La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Enna, l’assessore Girasole presenta il bilancio di previsione alla stampa

    Pubblicato il Aprile 6th, 2017 Max Nessun commento

    Angelo Girasole

    L’amministrazione comunale tende la mano all’opposizione in consiglio comunale e lo fa con la predisposizione del bilancio di previsione 2017.

    Lo ha detto a chiare lettere l’assessore comunale al Bilancio Angelo Girasole nel corso della conferenza stampa sul documento contabile che si è tenuta questo pomeriggio a palazzo di città. Assente il sindaco Maurizio Dipietro con Girasole che si è premurato a giustificarlo affermando che la mancata presenza del primo cittadino “sarà dovuta ad imprevisti”. Le linee guida politiche del bilancio sono due, come detto attenzione alle richieste formulate in particolare dal Pd e agli atti votati in consiglio comunale. Il bilancio è stato approvato dalla giunta il 31 dicembre e trasmesso quest’oggi al consiglio comunale e ai revisori dei conti. Dovrebbe essere approvato definitivamente entro il 30 aprile. “Abbiamo fatto tutto di corsa – dice Girasole – e bene. Oggi con la contabilità armonizzata senza bilancio la spesa è bloccata come lo sono gli investimenti”. Linee direttrici, l’innalzamento della soglia dell’addizionale Irpef che passa da 19 mila a 22 mila euro provocando una minore entrata di 150 mila euro. Somme recuperate con il personale che va in pensione e che non viene sostituito. Altri punti che l’amministrazione indica come qualificanti gli sgravi fiscali per i nuovi commercianti del Centro storico e per le aziende che hanno registrato danni dal crollo di una parte di viale Caterina Savoca. E poi la rinascita del Premio di musica Neglia e 300 mila euro, allentamento del patto di stabilità, che vanno ad essere investiti nella sicurezza delle scuole. Una nota stonata il milione e 800 mila euro degli spazi finanziari che non può essere utilizzato. “Questa misura – aggiunge Girasole – è stata indirizzata ai piccoli comuni terremotati. Solo quattro capoluoghi in tutta Italia sono riusciti ad utilizzarla”. L’amministrazione Dipietro ha puntato molto sul settore sociale con l’assistenza domiciliare agli anziani garantita per tutto l’anno con 260 mila euro, somme del Comune, e 70 mila dai Piani di Zona. 40 mila euro verranno spesi per gli avvii lavorativi e 100 mila euro per il verde pubblico e cimitero, 20 mila per la potatiura e 5 mila per l’acquisto di piante. Al Csr andranno 45 mila euro per trasporto disabili e attività del centro diurno. Verrà acquistato un nuovo pulmino per disabili per 40 mila euro; le famiglia disagiate con un disabile a casa e in affitto verranno sostenute con un fondo di 25 mila euro. Lo stabile di via Lo Manto verrà ristrutturato come dormitorio pubblico. Per la Pubblica illuminazione 150 mila euro, questo piano è stato elaborato dall’ex assessore Gaetana Palermo. Anche quest’anno bilancio partecipato, 25 mila euro, forse, destinato allo sport. In programma la realizzazione di due rotatorie, una nella Monte Cantina e una nella zona artigiana, 30 mila euro. Il piano triennale degli investimenti prevede spese per 500 mila euro l’anno. Infine all’Ecomuseo vanno 5 mila euro e 4 mila ad Enna in fiore. Sul bilancio pesa lo spauracchio della bocciatura. Un no del consiglio scioglierebbe lo stesso ma manderebbe a casa sindaco e assessori.

    Lascia un commento