La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Enna: l’allarme processionaria copre la guerra tra amministrazione comunale e Ufficio tecnico

    Pubblicato il aprile 2nd, 2017 Max Nessun commento

    Processionaria

    L’allarme processionaria alza il velo, caso mai ce ne fosse stato bisogno, sull’incomunicabilità esistente fra l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Dipietro e il l’ingegnere capo Paolo Puleo.

    L’emergenza di sabato mattina, il marciapiede che costeggia la villa Torre di Federico, via IV Novembre, presentava un serpentone di circa tre metri di questi terribili animaletti, dannosi per l’uomo ma soprattutto per gli animali. E in via IV Novembre sono in tanti i padroncini che portano ogni giorno i loro cani a sgambettare, purtroppo le tracce sono evidenti. Quindi allarme immediato con i Vigili Urbani che hanno transennato con urgenza la zona. Informato l’assessore Giovanni Contino sono volate considerazioni alquanto pesanti che giocano sul detto e il non detto.

    Giovanni Contino

    Lasciando perdere le soluzioni immediate del caso ha commentato il tutto: “Gli interventi per scongiurare una situazione come questa, che consistono principalmente nella disinfestazione, erano stati sollecitati all’Ufficio tecnico da questa amministrazione già un mese e mezzo fa. Per questo non posso che dire che la politica aveva ed ha fatto quello che era in suo potere fare.”

    Paolo Puleo

    Nel primo pomeriggio arriva la dichiarazione di Puleo: “L’Ufficio tecnico è sempre intervenuto tempestivamente, tanto è vero che avevamo programmato d’intesa con l’amministrazione l’intervento nelle scuole ed è stato fatto”. E riguardo il problema contingente della villa Torre di Federico? “Sono stato informato dai Vigili urbani alle 13, 30 e già intorno alle 14 una ditta ha iniziato l’intervento necessario per mettere in sicurezza la zona”. L’ingegnere è stato lapidario ed ha mantenuto ogni commento sul lavoro svolto, non è andato oltre. Ma i rumors di palazzo di città sono più cattivi e giocano di gusto a mettere il dito nella piaga. Dicono altro e parlano di una “guerra” fra l’amministrazione e Puleo, ritenuto, quest’ultimo, troppo vicino al passato sindaco Paolo Garofalo. E’ una situazione che conoscono tutti al Comune, il classico segreto di Pulcinella, ma che nessuno vuole né confermare né commentare ufficialmente. Chi sta vicino a Puleo aggiunge poi che l’ingegnere non è il responsabile della cura e quindi della eventuale disinfestazione della villa, ma lo sarebbero altri tecnici che invece “di gradimento” del sindaco e dell’assessore. Insomma non ci sarebbe solo incomunicabilità ma molto di più tanto che una delle due parti farebbe ben volentieri a meno dell’altra.

    Lascia un commento