La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Enna: la Cgil proclama lo stato di agitazione al Comune

    Pubblicato il luglio 3rd, 2018 Max Nessun commento

    Mimmo La Spina

    Il segretario provinciale della Fp Cgil Mimmo La Spina e le RSU del Comune di Enna hanno proclamano stato agitazione dei dipendenti del Comune ed emesso una nota dove si legge:

    “La Fp Cgil provinciale Enna e le RSU del Comune di Enna, nell’assemblea dei dipendenti, esaminata l’azione amministrativa di organizzazione del lavoro e di gestione del personale svolta dall’Amministrazione Comunale contestano la situazione di stallo in cui versano le relazioni sindacali:

    Mancata informazione preventiva alle OO.SS. e alle RSU su atti di organizzazione del lavoro e di modifica del Regolamento di organizzazione degli uffici;

    Mancata consultazione su criteri Posizione Organizzativa;

    Mancato confronto con le OO.SS. e le RSU su articolazione orario di lavoro;

    Stabilizzazione precari;

    Mancata convocazione della delegazione trattante per costituzione e ripartizione del Fondo salario accessorio 2018 e stipula del CCDI;

    Utilizzo unilaterale delle risorse del Fondo salario accessorio 2018 in assenza di ripartizione del Fondo;

    Mancata adozione degli atti propedeutici alla liquidazione della indennità di responsabilità e degli incentivi produttività anno 2014, 2015, 2016 e 2017;

    Mancata retribuzione del salario accessorio e della produttività per gli anni 2014, 2015, 2016 e 2017;

    Premesso che questo prolungato inadempimento contrattuale da parte dell’Amministrazione comunale di Enna, prefigura violazione di disposizioni normative e contrattuali e ha cagionato un grave danno economico; Che i dipendenti del Comune di Enna non intendono più accettare la situazione di mancato confronto e la penalizzazione economica cui sono ingiustamente sottoposti da oltre quattro anni; La Fp Cgil Enna e le RSU denunciano la condizione in cui i dipendenti comunali e i dipendenti precari sono costretti ormai da anni, rivendicano il rispetto delle norme e del CCNL vigenti, la dignità e le tutele di lavoratori, il riconoscimento al diritto al salario accessorio, chiedono all’Amministrazione comunale di abbandonare l’ostracismo nei confronti di OO.SS. e RSU e l’apertura di un tavolo negoziale e di confronto nella convinzione che la piena applicazione dei dettami contrattuali costituisce lo strumento idoneo a garantire l’interesse dell’utenza, il miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia dei servizi, oltre a consentire la tutela giuridica ed economica dei dipendenti. La Fp Cgil e le RSU Comune di Enna proclamano lo stato di agitazione per sollecitare l’Amministrazione Comunale alla risoluzione delle problematiche finora rimaste senza risposta e comunicano che al permanere dell’attuale situazione si riservano di intraprendere le forme di lotta che si riterranno più opportune.”

    Lascia un commento