La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Enna, il consiglio comunale ha approvato le tariffe

    Pubblicato il aprile 1st, 2017 Max Nessun commento

    I consiglieri di Patto per Enna e Sicilia Futura si sono caricati la responsabilità di approvare entro la data di scadenza, 31 marzo, le tariffe comunali, atti propedeutici al bilancio del Comune.

    Non si sono espressi e quindi astenuti, gli ex alleati del sindaco Maurizio Dipietro, Amare Enna ed Enna Rinasce. Dall’opposizione Cuci e Gloria e dal Pd critiche. Assenza completa del M5S che però ha registrato un fuori programma che ha fatto preoccupare. Il consigliere Cinzia Amato si è sentita male ed è stata trasportata in ospedale aveva chiesto di far leggere il suo intervento non è stato possibile. Solfato invece era assente per precedenti impegni. I 5 stelle hanno motivato l’assenza in una nota. Approvate le tariffe il consiglio è chiamato nelle prossime settimane a varare l’intero documento contabile. Ieri l’aula ha approvato il regolamento Iuc, ha deciso di sulle modalità di invio delle bollette sui rifiuti e la raccomandata con ricevuta di ritorno sarà utilizzata solo per i morosi. Come già anticipato l’aliquota Irpef, prima soglia, è stata alzata da 19 a 22 mila euro. L’assessore Girasole ha confermato che questa decisione porterà un minore gettito nelle casse comunali di 150 mila euro. Lo stesso assesserore ha poi presentato il Piano economico del servizio di raccolta rifiuti, definito reale e costerà poco più di 6 milioni di euro tutto a carico delle tariffe e quindi degli utenti. Dai banchi il consigliere Ferrari ha chiesto all’amministrazione del perchè dell’aumento. Ballano fra entrate e costi, rispetto un anno fa, circa 600 mila euro. Duro anche Rizzo che non è proprio convinto degli introiti sull’evasione della tassa e quindi sul recupero di somme. Altre critiche anche da Cuci e Comito sul ritardo dell’arrivo degli atti in aula. Stessa e forte critica sui ritardi anche da parte del Pd che l’ha formalizzata in una nota stamap. Quindi Piano approvato ma solo con i voti di Patto per Enna e Sicilia futura. Stessa cosa per la tariffa Tari, che contiene i costi del sistema rifiuti. Infine il commercialista Angelo Gatto è il revisore unico della società comunale che si occuperà di rifiuti. E’ stato sorteggiato dall’aula. Approvato pure il regolamento per il trasporto scolastico. In questo modo è stata data una risposta alle abitazione poste lontano dal centro abitato.

    Lascia un commento