La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Enna: Il calcio come strumento di integrazione

    Pubblicato il giugno 18th, 2017 Max Nessun commento

    Il calcio unisce

    Inclusione, integrazione e contaminazione: sono stati questi i concetti maggiormente approfonditi questa mattina in Sala Cerere ad Enna in occasione del convegno dal titolo “Il calcio unisce”.

    Un evento altamente formativo organizzato dall’Asd Polisportiva Progetto Enna Sport 2004 con il patrocinio del Comune di Enna e di Aiac Onlus. Ospiti, tra i tanti, il presidente regionale LND Sicilia Santino Lo Presti, la consulente nazionale Aiac Onlus Laura Gurriera, l’aidonese Carmelo Messina (neo campione del mondo con la nazionale azzurra di calcio a 5 Fisdir ai mondiali che si sono svolti recentemente in Portogallo), il campione di nuoto Igor Catalano, Vanessa Di Venti (psicologa dell’associazione Vita 21), Mary Pistillo (psicologa dell’Asd Polisportiva Progetto Enna Sport 2004), Lamin Jarju ed Abramo Sylla del Centro di Accoglienza Zingale Aquino di Aidone e Francesca Briguglio (presidente dell’associazione Autismo Elpis Enna). A moderare gli interventi il presidente della polisportiva organizzatrice Luigi Di Dio. In apertura i saluti del sindaco di Enna Maurizio Dipietro e dell’assessore allo sport ed eventi Paolo Di Venti. Proprio il Sindaco Dipietro ha espresso parole di plauso nei confronti degli organizzatori, sottolineando l’importanza di questa tipologia di eventi in ambito sportivo in una città, come il capoluogo ennese, votata ad essere un punto di riferimento congressuale anche per la sua centralità geografica. Laura Gurriera, durante il suo intervento, ha ribadito l’importanza del calcio nell’offrire occasioni a tutti, in particolare a chi presenta delle difficoltà.

    Il calcio unisce

    “Esiste – ha dichiarato – un mondo speciale in cui sono importanti le emozioni”. La presidente dell’associazione Autismo Elpis Enna Francesca Briguglio ha tracciato un ampio excursus sull’autismo, soffermandosi sull’importanza dell’approccio educativo. Vanessa Di Venti si è soffermata, invece, sull’importanza dello sport nel contribuire a creare un’identità in relazione agli altri. Il ruolo del calcio strumento per favorire l’inclusione del bambino è stato, invece, affrontato da Mary Pistillo. Particolarmente apprezzati gli interventi del nuotare Igor Catalano e di Carmelo Messina, ai quali è stata anche consegnata una targa. “Il calcio sicuramente unisce, – ha ribadito in conclusione dei lavori il presidente regionale LND Sicilia Santino Lo Presti – facilitando l’abbattimento di tutte le barriere. Oggi la società ci dice che abbiamo il dovere di contaminarci con gli altri e lo sport diventa uno degli strumenti attraverso il quale ciò è possibile attuare”. Presenti in Sala Cerere anche il delegato provinciale del Coni Angelo Sberna, il delegato provinciale Figc Paolo Rosso, il presidente Aiac Enna Totò Rizzo, il presidente Aiac Catania Josè Sorbello, il presidente Aiac Sicilia Benedetto Abisso, Vincenzo Bandinu dell’associazione Autismo Elpis Enna, lo staff dirigenziale dell’Enna Calcio e la Prof.ssa Pitronaci dell’Istituto Napoleone Colajanni. Ha mandato i propri saluti il vicepresidente nazionale LND con delega all’area Sud calcio femminile Sandro Morgana. “Il messaggio di un convegno altamente formativo – ha dichiarato soddisfatto Luigi Di Dio – e del calcio come strumento di inclusione sociale e di creazione di reti di collaborazione è sicuramente arrivato alla città. Ringrazio tutti gli intervenuti, lo staff della mia polisportiva ed il Comune di Enna per aver patrocinato il convegno”.

    Lascia un commento