La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Enna: Dipietro fa fuori gli assessori di centrodestra

    Pubblicato il marzo 4th, 2017 Max Nessun commento

    La prima giunta Dipietro

    Paolo Di Marco

    Adesso è crisi vera nella giunta guidata da Maurizio Dipietro. Lunedì saranno ufficializzate le dimissioni dei due assessori che facevano rifermento all’area di centro destra, Gaetana Palermo e Gianpiero Cortese, e che due anni fa avevano messo da parte i simboli di partito (Forza Italia) per sposare il progetto civico.

    Venerdì sera il sindaco ha convocato i patner della coalizione proponendo la sottoscrizione di un documento dove stava scritto che i firmatari s’impegnavano a non far politica di partito né direttamente né indirettamente. “Un passaggio per noi – dice Cortese – assolutamente irricevibile. Lunedì toglieremo il disturbo”. Passaggi che l’ex deputato Paolo Colianni Mpa aveva ben compreso già da tempo: “I segnali erano chiari da tempo. La marcia di avvicinamento verso il Pd sta nelle cose. Ora non so se il sindaco approderà in quelle sponde subito o tra qualche mese ma a noi è stato chiaro che l’esperienza civica era bella e finita quindi ne abbiamo tratto le conseguenze”. E qui c’è da segnalare un piccolo retroscena. Colianni e i suoi avevano convocato la conferenza stampa di abbandono della coalizione per oggi, sabato. Non appena la notizia è arrivata a palazzo di città è stata convocata per venerdì sera una riunione di coalizione. “Abbiamo compreso il gioco – conferma Colianni – e abbiamo anticipato di 24 ore l’incontro con i giornalisti. Noi salutiamo prima che altri ci salutino”. Passaggi che non sono piaciuti neppure ad Ugo Grimaldi che ha targato la proposta del sindaco come: “Provocazione pura. Nelle prossime ore riunirò gli amici che mi hanno accompagnato in questa esperienza e comunicheremo la nostra valutazione che non è per nulla positiva, anzi ci amareggia tanto”. Il sindaco Maurizio Dipietro ha annunciato per il pomeriggio una sua nota per fare chiarezza. Quindi fuori dalla giunta e dalla coalizione la componente di centrodestra mentre dovrebbe rimanere immutato il rapporto con Sicilia Futura e con i due assessori, Giovanni Contino e Paolo Di Venti, che si sono dimessi da consiglieri. Infatti Gaetana Palermo è consigliere in carica e rimarrà dentro Sala d’Euno. E proprio quest’ultima ha comunicato tutta la sua delusione sui social dove ha scritto: “Ieri notte, il sindaco Dipietro, durante una riunione di maggioranza, ha dichiarato chiusa l’esperienza civica ad Enna, e la necessità di tornare alla politica. In funzione di questo ha chiesto le dimissioni mie e del collega Gianpiero Cortese (area centro destra). Io credevo che occuparsi della città, stare tra la gente, ascoltare anche le critiche fosse fare politica. Invece per il sindaco fare politica significa avere una tessera di partito e ordire manovre di palazzo. Ho replicato alle richieste del Sindaco che se l’esperienza civica è finita deve fare una sola cosa dimettersi, non si possono prendere in giro gli elettori. Non si può tradire il mandato elettorale! Potrà poi candidarsi con il suo partito politico”. E conclude: “Ho grande amarezza ma anche la serenità di aver lavorato senza risparmio per Enna. Ringrazio tutti i miei concittadini per le belle parole ed anche per le critiche, i dipendenti del Comune ed in particolare l’Ufficio tecnico, composto da persone straordinarie, per bene e professionalmente ineccepibili. Auguro ad Enna di migliorare ogni giorno….Enna è migliore di come la dipingiamo. Io, comunque, ci sarò”.

    Lascia un commento