La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Elio Camerlingo: il Mercato del Martedì, 1981

    Pubblicato il luglio 26th, 2018 Max Nessun commento

    Elio Camerlingo

    Paolo Di Marco

    Grazie alla macchina fotografica di Elio Camerlingo è possibile ripercorrere i tratti della vita cittadina ennese. Il tour prende il via con il reportage che Camerlingo sviluppò nel 1981 sul Mercato del Martedì.

    Il percorso di istantanee allora venne inserito in un più vasto progetto artistico-culturale sviluppato dal “Gruppo fotografico 4” formato dallo stesso Elio Camerlingo, Enrico La Bianca, Maurizio Vetri e Massimo Siragusa. Il progetto prese l’indicazione di “Obiettivo Enna” e venne inserito nel più vasto programma dell’Estate Ennese 1981.

    Aderirono alle numerose manifestazioni organizzate per l’occasione l’Arci, associazione ricreativa culturale italiana sezione di Enna, il Centro studi d’Arte contemporanea – 3A Enna, la Cooperativa teatrale Nuove Proposte Enna e l’associazione Enna Nostra.

    L’intero percorso trovò il sostegno del Comune di Enna, assessorato Sport e turismo, dell’Azienda soggiorno turismo e dell’Ente provinciale per il turismo. Il progetto fotografico “Obiettivo Enna“ prese in carico il compito di documentare con una mostra quattro aspetti della nostra città:

    • Enna la gente al mercato del martedì”,
    • Enna nella sua strada principale, la via Roma, le forme, il cielo”,
    • Enna il lavoro dell’artigiano” ed infine “Enna il paesaggio urbano”.

    Con il fotoreportage sul mercato del martedì – dice Elio Camerlingo – ho voluto raccontare le mie impressioni fotografiche su ciò che ho visualizzato in due martedì del mese di giugno del 1981 girando tra la gente, tra le bancarelle con i loro venditori, tra la merce in esposizione. Ho documentato espressioni, emozioni, modi con numerosi scatti fotografici”.

    Sopra ogni aspetto hai evidenziato un vero interesse per le persone e per i loro volti?

    E’ proprio vero. Le istantanee hanno una composizione ricca di sguardi umani ma anche di oggetti in esposizione, di linee che convergono, che s’incrociano con la gente creando un’immagine armonica in movimento”.

    In pratica la sequenza costruiva un racconto con “i venditori che prendevano possesso dei posti loro assegnati nelle prime ore del mattino trasformando piazza Europa in un palcoscenico teatrale con tanti attori. La fontana che faceva da sfondo sembrava guardare attonita quanto accadeva nei suoi pressi. Un vociare continuo animava, e continua ad animare ancora oggi, la vita dentro la piazza”.

    Elio e la sua macchina fotografica, un unicum molto conosciuto in città, hanno sempre destato interesse. Tanto è vero “che durante gli scatti, girando tra i venditori e le bancarelle, diverse persone mi chiesero, che me ne facevo di un numero così corposo di foto scattate. La mia risposta – conclude Camerlingo – allora fu molto semplice <voglio documentare la vita al mercato>” Scatti che poi in tanti poterono ammirare in mostra al Belvedere Marconi di Enna tra il18 e il 28 Luglio di quell’anno. La rassegna fu un successo per la novità delle stampe in esposizione. E di quel successo oggi Liberamente-enna.it ne ripropone una parte.

    Elio Camerlingo, 62 anni tutti vissuti ad Enna. Nel 1976 scocca la scintilla per la macchina fotografica ed inizia un connubio fatto di amore e passione. Il suo obiettivo punta vicoli, marciapiedi, angoli, persone della sua città. Già nel 1978 inizia ad esporre le sue foto che sono sicuramente passi avanti, e tanti anche, rispetto una semplice istantanea. Le principali processioni, Pasqua e 2 Luglio, non hanno per lui alcun segreto. È riuscito ad impressionarne ogni particolare ma è presente ad ogni nuova edizione per coglierne un nuovo aspetto. Ha ricevuto vari riconoscimenti anche nei concorsi nazionali, fra i quali spicca “Sonic Fiat”. Elio Camerlingo non scatta foto, sviluppa reportage documentativi e creativi.

     

     

    Lascia un commento