La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Educazione ambientale a Pergusa

    Pubblicato il gennaio 9th, 2009 Max Nessun commento

    di Rosa Termine
    Continua il progetto di Educazione Ambientale sul Lago di Pergusa presso la scuola media G. Pascoli di Enna che la Libera Università kore di Enna, nella persona della dott.ssa Rosa Termine, conduce, per conto della Provincia Regionale di Enna, già da due anni, accompagnando i Junior Rangers dalla prima alla terza media in un percorso formativo il cui tema principale è la biodiversità’. Con l’adesione al progetto, docenti e ragazzi partecipano anche al “Countdown 2010”, iniziativa proposta dalla IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura) per arrestare la perdita della diversità biologica pan-europea entro il 2010. Tra gli obiettivi: la creazione di  sinergie tra la scuola e il territorio, rafforzando il senso di appartenenza al territorio stesso; costituire un gruppo di sentinelle dell’area protetta, i Junior Rangers, che attraverso percorsi di studio e di gioco, possano divenire i protagonisti di una ricerca sul campo della biodiversità del nostro lago di Pergusa. Il Progetto che il primo anno era stato finanziato dall’ARPA-Sicilia, l’Università Kore lo ha voluto continuare utilizzando sempre la R. N. S. del lago di Pergusa come trampolino di lancio per altre tematiche ambientali”. Quest’anno il tema principale sarà l’acqua. “Il lago di Pergusa: riflessioni sulla risorsa idrica come determinante socio-economico-culturale” è il titolo del progetto che condurrà i ragazzi a vari approfondimenti e che vede coinvolti diversi soggetti educatori. Ieri, venerdì 9 gennaio, il programma ha previsto un incontro sui cambiamenti climatici tenuto dagli studenti di IV dell’Istituto Tecnico Commerciale –


    “Duca d’Aosta” di Enna, Viviana Bellomo e Federico Barbagallo che negli scorsi anni hanno approfondito questa tematica guidati dai professori Sebastiano Emma, Alessandro Cantarero, Maria Gulina e Giuseppina Persico. L’obiettivo primario dei giovani educatori è trasferire la loro esperienza e rendere consapevoli gli altri giovani della necessità di un impegno comune a rispettare e a salvaguardare la natura, per proteggere l’uomo dalle catastrofi naturali ormai sempre più frequenti. I ragazzi hanno approfondito le tematiche relative ai cambiamenti climatici anche con dati acquisiti dalla stazione meteorologica in dotazione presso l’Istituto Tecnico e da loro interpretati ed elaborati e con documenti rilevati da riviste scientifiche specializzate nel settore. Questa attività inclusa nel progetto di educazione ambientale vuole favorire l’empowerment dei ragazzi dell’Istituto Tecnico facendoli diventare soggetti del processo educativo e non solo oggetto, così da rendere il processo stesso svincolato dai soggetti formatori iniziali e quindi sostenibile. In questo modo, inoltre vuole mostrare ai piccoli Junior rangers che da educandi si può diventare educatori già da alunni stessi.
    Notevole è stato l’interesse mostrato dai Junior rangers che hanno inondato i giovani educatori di tante domande. Grande soddisfazione hanno espresso i dirigenti scolastici, Paola Anfuso e Angelo Moceri per l’incontro realizzato e per la collaborazione con la Kore di Enna.

    Lascia un commento