La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • E’ guerra aperta tra amministrazione comunale e Centro anziani Don Leo Vetri

    Pubblicato il Luglio 23rd, 2018 Max Nessun commento

    Centro Anziani Don Leo Vetri

    Amministrazione comunale e Centro Anziani “Don Leo Vetri” di Enna Alta ai ferri corti. Con sindaco e assessori che intendono dotare i Centri di linee guida per la gestione per nulla condivisi dal “Don Leo Vetri”.

    La disparità di vedute è diventata assolutamente evidente quando nell’ultima assemblea dei l’assessore al ramo Paolo Gargaglione ha abbandonato l’adunanza considerato il clima arroventato. Le linee guida elaborate dal Comune sono tanto criticate poiché non riconoscerebbero le ultime elezioni che ha visto la riconferma di Giovanni Tirrito alla presidenza del Centro anziani unitamente all’elezione di un nuovo consiglio di amministrazione. Una chiara presa di posizione da parte dell’assemblea dei soci che si muova compatta è proprio il verbale n. 1 della nuova amministrazione di cui pubblichiamo un estratto.

    Verbale n 1 assemblea.

    L’anno 2018 il giorno 19/07/2018 si è riunita l’assemblea straordinaria dei soci dell’ Associazione Anziani

    Sono presenti n. 47 soci. come da allegato elenco firmato dagli stessi per presenza;

    Sono presenti, altresì, l’Assessore del Settore Paolo Gargaglione, il Dirigente del Settore Ing, Puleo ed il Funzionario Dr. Fiorello. Il consigliere Davide Solfato

    Alle 19,00 prende la parola, l’Assessore che fa un revival di tutto quello che è successo nell’ultimo periodo, secondo il suo pensiero.

    Paolo Gargaglione

    Durante il suo intervento l’assessore viene interrotto più volte dai soci che ponevano domande e volevano risposte ad esempio il commissario quali caratteristiche dovesse avere o la durata dello stesso, perché imporre un metodo di elezioni strano e non quello attuale, perché le assemblee dovevano svolgersi nel modo previsto ecc. Alle domande erano coinvolti l’ing. Puleo che il dirigente Fiorello.

    Alle 19.22 quando l’Assessore terminava, il suo intervento si apriva il dibattito e chiedeva la parola, il socio Sig. Tilaro che faceva presente all’assemblea che ciò che era stato detto dall’Assessore non rispondeva a verità, essendo lo stesso testimone oculare nella seduta in altro Centro Anziani dove l’assessore peraltro affermava di voler procedere alla chiusura del Centro Don Leo. E che non riconosceva il consiglio eletto. A questo punto l’Assessore irritato per l’affermazione sopradetta apostrofava il socio con le seguenti parole testuali ” a Lei non ci do’ conto” il presidente del centro lo invitava a far finire gli interventi e che era vergognoso apostrofare un socio in tale modo. In contemporanea l’assessore si alzava in uno con gli altri componenti dell’Assessorato, il presidente lo invitava a far terminare l’intervento del socio ma l’assessore si allontanava abbandonando la sala fra un parapiglio generale di disapprovazione.

    La seduta si chiudeva in quell’istante ed erano 19 ,20

    Il presidente non avendo altro all’ordine del giorno alle ore le19.25.”

    Questa la versione dell’assemblea dei soci del Centro Anziani don Leo Vetri. Abbiamo cercato di contattare telefonicamente l’assessore Gargaglione per chiedergli la sua versione dei fatti. Per il momento è risultato irrintracciabile. Pur non di meno Liberamente-enna.it rimane a completa disposizione dell’assessore per una eventuale replica.

    Lascia un commento