La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Duro attacco di Crocetta al presidente della commissione bilancio dell’Ars Vinciullo: “Convochi la commissione per discutere gli emendamenti del governo su disabilità e smentisca le bugie che ha detto. Ho le prove”.

    Pubblicato il marzo 25th, 2017 Max Nessun commento

    Rosario Crocetta

    Il presidente della Regione Rosario Crocetta ricostruisce i fatti sulla grave incomprensione intercorsa con il deputato Vincenzo Vinciullo presidente della Commissione Bilancio.

    Una incomprensione che li ha portati in diretta. Crocetta offre una sua versione dei fatti, vedremo se basterà a convincere l’onorevole Vinciullo. 

    “Lunedì 20 marzo dovendo ancora elaborare il piano finanziario sia per Riscossione Sicilia, sia per la disabilità e in più avendo un impegno per mercoledì mattina – giorno di convocazione della commissione con la Procura di Messina ho cercato di contattare Vinciullo per chiedergli di spostare la mia audizione sulla base del fatto che avevo già detto in commissione salute, di avere bisogno di almeno una settimana per preparare le proposte del governo sulla disabilità.

    Telefono quel giorno alle 16,57 e Vinciullo non mi risponde. Alle 16,58 mando a Vinciullo un messaggio “ho bisogno di parlarti”. Vinciullo, non io, risponde sono a Roma, ti chiamo appena posso”. Lo richiamo alle 17,44, non mi risponde. Gli rimando un messaggio alle 17:45 “ho bisogno di parlarti”. Lo richiamo alle 17:46, non risponde. Mi rimanda un altro messaggio, sempre lunedì, “ti chiamo appena posso”.

    E si arriva a martedì 21 marzo. “Chiamo Vinciullo – dice Crocetta – per sapere se la mia audizione era stata rinviata o no, alle 14,22 per ben 2 volte e alle 16,09 e alle 16,10. Vinciullo non risponde”. Passa la serata e si arriva a mercoledì 22, mercoledì marzo. “Lo chiamo alle 9,10 – conferma il governatore – sempre per verificare se l’incontro fosse confermato o meno.

    le telefonate di Crocetta

    Gli mando un messaggio alle 9,12 per comunicargli che lo chiamavo da tre giorni, messaggio a cui non ha risposto. Lo richiamo alle 11, 13 e non risponde. Volevo semplicemente spiegare a Vinciullo, anche quel mercoledì, che ero disponibile all’incontro subito dopo la delibera di giunta sul piano della disabilità e non prima poiché in quel caso non avremmo avuto nulla da discutere. Tra le altre cose, non solo Vinciullo continua a non rispondere, ma dice una sonora bugia affermando di sapere che io mi trovavo a Roma, quando nessuno glielo ha mai comunicato e non dicendo che io lo avevo cercato più volte e lui non aveva mai risposto. E’ molto singolare per il presidente di una commissione parlamentare, volevo solo che l’incontro con le persone diversamente abili avvenisse, non sulla base di chiacchiere, ma di un piano concreto approvato dalla giunta. Quel giorno stesso, non risponde alle mie continue richieste di contatto e non mi chiama per dirmi che l’incontro stava per cominciare. Non lo fa ed io penso che abbia accettato la mia richiesta di rinvio e invece inventa che io ero a Roma e che ero “una merda” perché avevo mentito su dove mi trovassi. Non voglio ricambiare le ingiurie fecali di un rappresentante delle istituzioni, però o Vinciullo smentisce affermando che si è sbagliato, oppure sarò costretto a rivolgermi alla Procura perché non si agisce in questo modo. In ogni caso chiedo al presidente Vinciullo di convocare urgentemente la commissione bilancio per discutere gli emendamenti elaborati dal governo sulla disabilità”.

    Le telefonate di Crocetta

    Lascia un commento