La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Dubbi sulla interruzione unilaterale dei servizi idrici

    Pubblicato il settembre 16th, 2010 Max Nessun commento

    di Massimo Greco
    La legittimità giuridica del distacco del contatore dell’acqua quale misura cautelativa dell’Ente gestore nel caso di protratta morosità dell’utente non è così pacifica. In presenza di un rapporto sinallagmatico, che riposa su un contratto di somministrazione di servizi pubblici locali, una ipotesi del genere deve essere espressamente prevista sotto forma di clausola. In mancanza di tale previsione contrattuale l’ente gestore, anche in presenza di morosità, potrà far valere le proprie ragioni solo in sede giudiziaria. Nè, tanto meno, è pensabile che un regolamento approvato dall’ente locale ovvero dall’autorità d’ambito può incidere unilaterlmente su rapporti di natura contrattuale. In disparte ogni ulteriore considerazione sulla natura della clausola (vessatoria?) e sul principio di irretroattività delle norme amministrative in forza del quale la nuova disciplina può valere solo per il futuro e non anche per il passato.

    Lascia un commento