La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Dittaino è un deserto e si trasforma in un inferno per gli imprenditori che vorrebbero insediarsi

    Pubblicato il giugno 30th, 2018 Max Nessun commento

    Salvatore Puglisi

    Dittaino dall’illusione al deserto. Negli anni ’80 la valle ai piedi di Enna ed Assoro doveva diventare il fulcro dello sviluppo economico ed occupazionale dell’intera provincia. Una cascata di finanziamenti, milioni e milioni di euro, si abbattè nella zona che diventò davvero il respiro di una comunità.

    Ma c’era il trucco chi costruiva e apriva stabilimenti aveva solo un altro obiettivo, lucare su finanziamenti e incentivi e poi scappare con il bottino, quello che poi è accaduto. E dopo aver scippato la cassaforte, l’area di sviluppo industriale dell’Ennese è diventata del tutto simile ad un deserto invece di essere il sito pullulante di attività industriale. Il passaggio poi dall’Asi all’Irsap ha proposto altre difficoltà di ordine organizzativo e burocratico. Girare negli ampi stradoni fa male al cuore. Si susseguono senza sosta capannoni dopo capannoni tutti sbarrati. Qualcuno è stato pure visitato da male intenzionati e si vede. Solo qualche attività resiste ancora, poca cosa per Dittaino che aveva avuto l’arroganza di sentirsi la zona industriale della provincia.

    Dittaino, ecco l’abbandono

    Il danno per l’intera comunità è grandissimo forse anche non stimabile, ma c’è di più perchè è presente pure la beffa. Infatti gli imprenditori che vorrebbero oggi insediarsi nella zona, e ce ne sono, sono costretti a fare i conti con ostacoli quasi insormontabili. E non possono neppure comprare i capannoni esistenti perchè quasi tutti bloccati dai vari finanziamenti e da procedure fallimentari. Ecco quindi che arriva l’appello di Salvatore Puglisi direttore interprovinciale Enna e Caltanissetta di Unimpresa: “Chiediamo al presidente della Regione Nello Musumeci di intervenire immediatamente per agevolare questi imprenditori che ormai da anni vogliono insediarsi a Dittaino ma c’è la burocrazia che lo impedisce”. Puglisi lancia un appello anche al Tribunale di Enna per “accellerare le procedure volte a definire i fallimenti. Gli imprenditori non possono attendere i tempi lunghi della giustizia amministrativa. Bisogna fare presto, per Dittaino è una questione di vita o di morte”.

    Dittaino, ecco l’abbandono

    Il responsabile di Unimpresa nei prossimi giorni farà recapitare un appello in tal senso indirizzato al commissario straordinario dell’ex Provincia, ai sindaci del territorio Ennese, alla deputazione regionale, ai vertici della Regione e al presidente del Tribunale di Enna.

    Lascia un commento