La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Continua la strage di animali protetti

    Pubblicato il ottobre 3rd, 2010 Max Nessun commento

    di Libero
    Due nisseni hanno soccorso una femmina adulta di gheppio lo scorso martedì 20 settembre. Il rapace perdeva abbondante sangue da un’ala a causa di una ferita da arma da fuoco molto recente. Immediatamente i due cittadini autori del ritrovamento si sono rivolti al Comando della Polizia Municipale di Caltanissetta che ha prontamente contattato il Nucleo di Vigilanza Zoofila della L.I.D.A.

    E’ stato così possibile prestare immediatamente le prime cure all’animale ferito in attesa del trasferimento al Centro di recupero per fauna selvatica di Piazza Armerina avvenuto il giorno successivo al ritrovamento ad opera di una pattuglia del Comando provinciale del Corpo Forestale di Caltanissetta.


    Con molta probabilità i veterinari del centro procederanno all’amputazione dell’ala ferita devastata dai pallini sparati da un fucile da caccia. L’animale, quindi, forse non potrà più essere rilasciato in natura e sarà costretto a vivere in una voliera.

    La situazione sta peggiorando sul territorio della nostra Provincia, denunciano le Guardie del Nucleo di Vigilanza della LIDA. La grave carenza di controlli sul territorio sta portando ad una situazione incontrollabile, con specie protette esposte ad atti di violenza e bracconaggio. Serve un’attenzione straordinaria al problema da parte di governo, amministrazioni e forze dell’ordine per arginare e porre fine a quella che è diventata in questi anni una vergogna nazionale”.

    Lascia un commento