La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Confesercenti Enna: “Il Comune snobba le attività commerciali”

    Pubblicato il maggio 12th, 2013 Max Nessun commento

     

    images

    di Paolo Nasonte

    Abbiamo assistito non da spettatori, ma da protagonisti alla vicenda che riguarda i “pozzetti di ispezione obbligatori per le attivita’ commerciali”,in quanto abbiamo piu’ volte sollecitato l’amministrazione ad adoperarsi nella correzione della delibera n.48 del 15/03/2010 che di fatto imponeva a tutte le attivita’di dotarsi di pozzetto di ispezione. L’assessore al ramo,comprendendo la problematica insieme alla giunta comunale si adoperava ad una correttiva alla delibera n. 48,nasceva cosi’ la modifica ad integrazione alla delibera originaria che di fatto faceva chiarezza, ossia,la Delibera di Giunta N. 123 del 15/06/2011. Questa delibera di fatto esonerava dall’obbligo del pozzetto alcune tipologie di esercizi commerciali sostenendo giustamente, che i rifiuti degli stessi sono equiparati a rifiuti domestici. Orbene,dalla data dell’uscita e dell’esecutivita’di detta delibera ad oggi sono passati quasi tre anni,la nostra associazione con assoluto scrupolo ed attenzione rileva che,malgrado l’esecutivita’della delibera, l’ufficio commercio al momento del rilascio delle autorizzazioni amministrative,pone come priorita’al futuro esercente,la realizzazione del pozzetto di scarico,qualsiasi sia la destinazione commerciale dell’impresa. Grave e’il nocumento subito dagli esercenti,in quanto, nella fase di realizzo di detto pozzetto,e’necessario il progetto di un ingegnere,una squadra di muratori che non sempre trovano la fognatura pubblica per l’allaccio,il tutto si ripercuote sull’impresa creando danni economici notevoli e perdite di tempo inimmaginabili. Vediamo con favore l’interrogazione del consigliere Fussone di Altrementi,rileviamo con sconcerto che la stessa non e’ stata esaustiva ed e’ stata trasformata in mozione,su coscienzioso suggerimento di altri consiglieri comunali,saremmo vigili ed inflessibili a tutela delle imprese e degli imprenditori che non possono e non vogliono piu’subire una burocrazia cieca ed opprimente,auspichiamo altresi’un impegno sempre piu’ficcante a sostegno del comparto, che tanto da alla nostra comunita’e che spesso e’dimenticato ed in qualche caso anche mortificato.

    Lascia un commento