La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Con le scale mobili un altro sogno va realizzandosi”

    Pubblicato il settembre 20th, 2007 Max 16 commenti

    Presidente della Provincia Cataldo Salerno

     

    16 responses to ““Con le scale mobili un altro sogno va realizzandosi”” Icona RSS

    • Senza entrare nel merito dell’iniziativa avveneristica, mi incuriosisce conoscere la competenza istituzionale dell’Ente Provincia su questioni che afferiscono prerogative dell’Ente Comune. Avremo modo di approfondire l’argomento……!!

    • Se ci si riferisce all’idea di collegare la parte alta della città con delle scale mobili, mi pare che non ci sia nulla di avveniristico. Perugia ha concretizzato questa idea già da molti anni, e posso dire che avendole viste di persona, sono una soluzione intelligente all’eliminazione del traffico cittadino. Credo che possa tranquillamente rientrare tra le priorità di questa città.

    • A proposito del piano triennale delle opere pubbliche… non finirò mai di sostenere che il palazzetto dello sport con 5000 posti sarebbe un opera fondamentale per rilanciare enna… perchè fare concerti, seminari ed eventi di qualsiasi tipo al palasport di acireale se hai una struttura più grande al centro della sicilia??

    • Che ben vengano le scale mobili, ma che siamo fatte bene, che abbiano un giusto rapporto utilità/prezzo sia per i cittadini che per l’amministrazione…insomma, che funzionino!!!

      Per quanto riguarda il palazzetto ormai ho perso le speranze, non interessa a nessuno. Eppure potrebbe essere davvero utile per tutti, anche per l’UNIVERSITA’…forse con questa “parola magica” riusciamo a fare anche il palazzetto dello sport.

      CIAO

    • ahahah… in effetti Kore è l’unica cosa per cui lavorino… 🙂

    • KORE E’ UN SERBATOIO DI IDEE,CULTURA, VOLANO PER L’ECONOMIA LOCALE. MA E’ ANCHE UN SERBATOIO DI VOTI, DI FAVORI POLITICI, DI ASSUNZIONI DEGLI AMICI E DEI PARENTI, DELLE LAUREE DELL’ESPERIENZA DATE A TINCHITE’.

    • Scusandomi per l’ignoranza circa l’esatta conoscenza degli altri sogni (a parte quello dell’Università) che si sono già realizzati, sarebbe interessante sapere se questo progetto prevede la soluzione di un “incubo” ennese quale quello della penuria di parcheggi.

    • In un periodo pre elettorale nascono questi geni!! Pazzesco… Magari con le mongolfiere sarebbe più artistico salire ad Enna. Partenza di una mongolfiera al minuto da Enna BAssa… Si alterneranno minuti pari con atterraggio a Lombardia, minuti dispari con atterraggio in Piazza Europa!
      Minor costo e miglior impatto ambientale.. E se le scale mobili disturbano gli uccelli di Pergusa.. e No signor presidente prima contattiamo gli ambientalisti!!! Non vorrà mica spendere soldi per la progettazione per poi trovare il muro degli ambientalisti… E poi scusate, prima trovateli i volontari usufruitori di queste scale!!

    • L’ennese purtoppo è un animale strano…..se non ha si lamenta, se ha “murmuria” e ci sputa sopra. Sarà anche una mossa elettorale…..ma anzichè parlare sempre male di qualunque cosa e poi incazzarvi dentro le vostre belle scatolette colorate quando girate a vuoto per un parcheggio, provate a guardare le esperienze già fatte in tema di scale mobili in altre città per rendervi conto quanto utili possono essere per la nostra realtà.
      Sull’aspetto elettoralistico sono d’accordo anche io. Sarebbe meglio se idee e progettualità fossero lanciate sempre e non poco prima…e soprattutto che le parole non restino tali.

    • e perchè non con gli elicotteri?
      Si potrebbe abbinare la cosa con “AcquaAirline”:una fava e due piccioni!

    • “Il fatto che un’opinione sia ampiamente condivisa
      non e’ affatto una prova che non sia completamente assurda.”

    • Ma con tutti i problemi che assillano la nostra città è il caso di pensare alle scale mobili?
      Cari politici affrontateli seriamente e risolveteli, se ne siete capaci, e dopo pensate pure a trovate avveniristiche e un po pubblicitarie.

    • A proposito di scale. . . . cosa ne penserebbero gli ennnesi se invece delle scale mobili e monotoni tapis roulant si realizzasse un magnifico ottovolante per collegare enna con enna bassa? discese a salite mozzafiato, con passaggi attraverso un percorso fantastico con orchi, streghe e finte cascate non attirerebbe più turisti? certo si farebbe concorrenza al nascituro parco tematico di Regalbuto; ma tra corregionali si potrebbe fare, sempre in provincia verrebbero richiamati i turisti, altro che Disneyland! che ne pensa il Presidente? avrebbe modo di far valutare l’impatto ambientale alla libera Kore, non vi pare? con una fava due piccioni. e poi sarebbe oltre che divertente, anche più veloce. . . .

    • Da queste discussioni allucinanti adesso capisco perchè in uno studio sociologico su Enna si afferma che la nostra è una società PREMODERNA.

    • Max,
      stesso problema è stato posto con una interrogazione da parte del consigliere di F.I. all’amministrazione comunale, atteso che invade la sfera delle competenze territoriali del Comune.
      La risposta è stata: non ne sappiamo nulla.

    • E non basta dire non ne sappiamo nulla…..


    Lascia un commento