La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Comune: soluzione della crisi con renziani e Altrementi in giunta?

    Pubblicato il Marzo 28th, 2017 Max Nessun commento

    Maurizio Dipietro

    Nel silenzio più assoluto il sindaco Dipietro continua a macinare strada per risolvere la crisi comunale.

    Alla fine non ci sarà nulla di trascendentale ma solo la sostituzione dei due assessori, Gaetana Palermo e Giampiero Cortese, che si rifanno al centrodestra. Il silenzio di Dipietro porta in città una serie di indiscrezioni alcune anche verosimili altre del tutto strampalate. E considerato che non trapela nulla forse è il caso di mettere in campo un ragionamento politico che può tenere. Questo però non vuol dire che poggia su basi forti. Fuori da questo discorso sta il percorso del bilancio di previsione che la giunta approverà entro il 31 marzo prossimo poi sarà compito di commissioni e consiglio varare definitivamente il documento contabile. Questo per mettere in sicurezza i conti comunali, concetto sul quale tutti sono d’accordo. Il primo punto a favore di Dipietro è aver consolidato il rapporto con Sicilia futura. Il percorso continua e continua con gli attuali assessori: Angelo Girasole e Giusi Macaluso. Quindi c’è solo da occupare i due posti lasciati liberi dal centrodestra. Se Dipietro intende davvero aprire una percorso verso il Pd deve lavorare in tal senso. Sembra scontato che non ci siano, in atto, le condizioni per un immediato impegno del gruppo storico, quello uscito dalle elezioni, e quindi probabilmente dovrà lavorare con altro materiale cominciando una marcia di avvicinamento. Le soluzioni per coprire le deleghe assessoriali a questo punto potrebbero essere Rosalinda Campanile, renziana di ferro e vicinissima al commissario provinciale Ernesto Carbone, o Filippo Fiammetta che recentemente si è avvicinato al Pd. In questo contesto probabilissima la prima soluzione, poche chance per la seconda. Altro assessore potrebbe uscire dall’associazione Altrementi che fino ad ora si è sentita sottovalutata dal primo cittadino e quindi il consigliere Cesare Fussone avrebbe buone possibilità per un incarico assessoriale come lo avrebbe il presidente Massimiliano Fontanazza. Comunque è bene ribadire niente di concreto solo un ragionamento che lascia il tempo che trova.

    Lascia un commento