La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Colaleo Area Dem Pd, apre al sindaco Maurizio Dipietro

    Pubblicato il Marzo 5th, 2017 Max Nessun commento

    Lorenzo Colaleo

    L’Area Dem, una corrente interna del Pd guidata da Lorenzo Colaleo, ex assessore comunale, allontana da Sala d’Euno i venti nefasti della mozione di sfiducia al sindaco Maurizio Dipietro.

    La sua decisione di rompere con le liste civiche, Amare Enna, Mpa, e Enna Rinasce, Forza Italia, che facevano riferimento al centrodestra viene salutata positivamente. E non a caso Colaleo afferma: “L’azione del sindaco di Enna, tesa ad un ragionamento verso i problemi da troppo tempo irrisolti della città e l’avvio di una nuova fase amministrativa e politica, con la chiusura dei rapporti con le liste civiche di centrodestra, dovranno essere valutate dal Pd, che potrà esprimersi di volta in volta, sostenendo tutte quelle iniziative che andranno in direzione del bene della città e dei suoi cittadini”. Niente ingresso in giunta ufficialemnte, forse i tempi ancora non sono maturi ma tanta benevolenza rispetto un percorso che Dipietro sembra avere intrapreso. Colaleo continua puntando l’attenzione sul nuovo corso del Pd: “L’Area Dem è da tempo al lavoro perché il percorso si concretizzi, senza mirare a rastrellare tessere o a cercare scontri di potere, ma con l’ambizione di rappresentare una parte del variegato mondo che compone il Partito Democratico, con la convinzione che la candidatura di Matteo Renzi sia quella che meglio risponde alle istanze di crescita ed innovazione politica del partito”. E a questo riguardo riflette sulla “convocazione del Congresso provinciale e, quindi, al ritorno alla normalità per il Pd”. Un passaggio importante che “impone alcune riflessioni, per evitare di ricadere negli errori del passato e, cosa ancor più importante, per evitare di far pagare alla collettività lo scotto di divisioni e contrapposizioni figlie di una stagione ormai definitivamente conclusa. Ritengo che i cittadini siano coscienti che il partito ennese è composto da tante persone e sensibilità diverse che, tuttavia, per le note vicende degli ultimi mesi hanno stentato ad emergere a causa delle difficoltà che si sono registrate al suo interno. Da oltre un anno siamo senza una guida ed oggi il Pd deve riappropriarsi della leadership in questa provincia elaborando, come avvenuto nel passato, progetti ed idee per fare uscire il territorio dalla crisi che lo ha colpito”. Lorenzo Colaleo analizza il passato per trovare percorsi amministrativi e politici cominciando dal capoluogo: “Noi da tanto tempo abbiamo avuto la grande responsabilità di contare la maggioranza dei consiglieri dentro Sala d’Euno, cosa che concede al partito non solo il diritto di veto sull’azione posta in essere dall’attuale amministrazione comunale, ma anche e soprattutto il diritto/dovere di essere parte attiva nel governo della città”. Quindi: “E’ necessario che l’occasione congressuale venga giocata fino in fondo e che il Pd ennese ritrovi, al più presto, voce e identità, compiendo uno sforzo in direzione di un ampio e compiuto confronto non solo interno ma ponendosi come obbiettivo prioritario la ripresa di quella politica di allargamento che ha fatto, negli anni passati, la sua fortuna sia sul piano elettorale che organizzativo”.

    Lascia un commento