La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Cisl e Uil: “Deficitaria l’esperienza della direzione generale ed amministrativa dell’Asp di Enna”

    Pubblicato il gennaio 15th, 2018 Max Nessun commento

    Le segreterie provinciali di Cisl Fp e Uil Fpl bocciano con una nota che pubblichiamo l’attività del vertice dell’Asp.

    Nella nota scrivono: “Volge al termine l’esperienza dell’attuale direzione generale ed amministrativa dell’Asp di Enna e non ci resta che tracciare un consuntivo sulla loro operatività che a nostro giudizio è alquanto deficitaria quasi priva di atti significativi che possano lasciare il segno. Più volte il sindacato, nella sua quasi totalità, ha rimarcato una scarsa propensione, da parte della direzione, al sistema delle relazioni sindacali con un presunto atteggiamento del non fare con conseguenze negative sull’organizzazione del lavoro, mancata valorizzazione delle risorse umane, mancato potenziamento della forza lavoro e deficitaria quanto debole offerta sanitaria. La mancata sottoscrizione del contratto collettivo decentrato integrativo non ha consentito le auspicate progressioni economiche orizzontali, l’attribuzione dei coordinamenti e delle posizioni organizzative. L’ultimo provvedimento adottato, inerente la internalizzazione del servizio Cup, non è stato gestito nel miglior dei modi tant’è che la individuazione del personale lascia tante perplessità in quanto molti servizi potrebbero subire delle negatività in termini di efficacia ed efficienza.
    Ci si auspica che la scelta del Commissario Straordinario, che dovrà gestire l’Azienda fino alla nuova nomina dei manager, sia di prim’ordine determinando un cambiamento del sistema sanitario ennese che, visto il periodo stagionale degli sconti, non si abbassi di livello ancor di più ma tenda, invece, a risollevarsi verso l’alto perché gli abitanti di questo territorio in uno ai lavoratori dell’azienda non sono meno a nessuno.
    Cisl e Uil continueranno a denunciare tutte le manchevolezze aziendali e con forte abnegazione ed ostinazione seguiteranno nell’azione e nel tentativo di non far morire ulteriormente la sanità ennese che nonostante gli innumerevoli sforzi prodotti nell’ultimo periodo viene consegnata al neo Commissario in uno stato di coma”. A firmare la nota stampa Angelo Pirrera della Cisl Fp, Giuseppe Adamo e Gaetano Faraci della Uil Fpl.

    Lascia un commento