La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Cisl, bene l’elenco degli idonei per gli incarichi di direttore generale nelle Asp

    Pubblicato il febbraio 15th, 2018 Max Nessun commento

    L’ospedale di Enna

    La notizia, da parte del Ministero della Salute, della pubblicazione dell’elenco degli idonei che potranno ricoprire gli incarichi di Direttore Generale presso le strutture sanitarie della Sicilia, viene accolta positivamente dalla CISL e dalla FP CISL Agrigento Caltanissetta Enna, in quanto arriva in un momento in cui l’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna sta vivendo diverse criticità.

    Infatti, a titolo esemplificativo e non di certo esaustivo, si ricorda che, recentemente sono state effettuate delle assunzioni ma che le stesse non sono comunnque sufficienti a ricoprire il fabbisogno organico, permanendo di fatto, in quasi tutti i reparti ospedalieri, la carenza di personale ausiliario, infermieristico e di altre figure professionali. Nonostante ciò, gli operatori sanitari, con spirito di sacrificio ed abnegazione, riescono ogni giorno a garantire il servizio ed il buon andamento della struttura stessa.

    Si aggiunge che, a causa dei modesti interventi e della mancata programmazione del bisogno di salute, permangono le lunghe liste di attesa che oltre a privare la collettività di unità specialistche (emodinamica,neurologia, ecc) causano migrazione passiva e viaggi della speranza a scempio delle economie locali e a rischio del diritto alla salute.

    La gestione del servizio CUP sta creando,inoltre, nell’ultimo periodo, situazioni di disagi e disservizi. E’ noto a tutti che, ogni giorno, si assiste a lunghe file davanti gli sportelli con continue lamentele da parte dell’utenza esasperata che delle volte sfociano in violenti liti con l’interveno da parte delle forze dell’ordine per essere sedate. Si auspica che questa situazione sia risolta nel più breve tempo possibile tenendo in considerazione che il servizio CUP rappresenta l’interfaccia tra l’utente e la struttura.

    Altro punto dolente è rappresentato dai Pronto Soccorso che, essendo il luogo dove vengono accolte le emergenze, vanno certamente potenziati principalmente in termini di risorse umane onde evitare che gli stessi operatori sanitari lavorino, a causa del sovraaffollamento, in condizioni di stress e di pericolo.

    L’auspicio per il futuro, dichiarano il Segretario territoriale CISL, Carmela Petralia, il Segretario Generale FP CISL, Floriana Russo Introito e il Segretario territoriale FP CISl, Angelo Pirrera, è quello di poter instaurare con la nuova Direzione Generale dei rapporti improntati ad una sana e corretta politica delle relazioni sindacali. Perchè, non vi è dubbio che quando la parte pubblica e le organizzazioni sindacali si confrontano e dialogano in modo costruttivo su temi fondamentali come quello della sanità non può che portare vantaggi e benefici sia al sistema sanitario provinciale che all’intera collettività.

    Lascia un commento