La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Chi ha sbagliato sui rifiuti paghi”

    Pubblicato il settembre 15th, 2007 Max 2 commenti

    di Franco Ferragosto
    In riferimento alle dichiarazioni del Presidente dell’ATO rifiuti dott. Francesco Costanza in merito all’annullamento dato dal CGA di Palermo dell’ordinanza del TAR Sicilia “approvazione tariffa igiene ambientale per gli anni 2006/2007” e le consequenziali esazioni delle bollette da parte della Montepaschi Serit ed il contratto di gestione con Siciliambiente SpA, è opportuno chiarire ai cittadini della Provincia di Enna che lo spauracchio ventilato da Costanza che ventila addirittura un pagamento più esoso di quello proposto è assolutamente inverosimile in quanto non è veritiero il fatto che l’aumento delle tariffe sia da addebitare al maggior onere a carico dell’ente gestore che, invece, prima era parzialmente a carico dei Comuni gestori.

    La verità vera è che gli aumenti spropositati dei costi sono da addebitare esclusivamente alla politica gestionale dell’ATO che ha lo trasformato in un ufficio di collocamento senza controllo ad esclusivo beneficio della politica nella sua forma più squallida. Tutto ciò ha fatto levitare i costi in maniera abnorme e tutto sulla pelle dei cittadini che avrebbero dovuto pagare anche superindennità a manager (si dice) di nuova nomina a 70.000 euro mensili. E’ arrivato il momento che tutti i grandi manager ritornino nelle loro case, che la gestione dei rifiuti e del personale addetto torni ai Comuni e ai Consigli Comunali, unico organo politico che deve decidere le tariffe sul riscontro dei costi reali, senza aumenti incondizionati per la gestione economica dei carrozzoni clientelari e in ultimo sarebbe opportuno e dignitoso che con le dimissioni immediate di tutti i componenti del consiglio di amministrazione e la richiesta di commissariamento dell’ente per la sua liquidazione vengano presentati al Tribunale tutti gli atti contabili pregressi per le verifiche e gli accertamenti necessari per conoscere le colpe che hanno originato un debito complessivo di oltre 60 milioni di euro. Chi ha sbagliato deve pagare!

     

    2 responses to ““Chi ha sbagliato sui rifiuti paghi”” Icona RSS

    • Deve pagare e deve essere punito! E ci faccia vedere se è capace nell’ambito privato a guadagnare tutti sti soldi… VERGOGNA!

    • Troppo facile fare gli imprenditori e i manager con i soldi pubblici…..non ci si rimette nulla, neanche la faccia…..tanto quella non la mettono MAI!!!


    Lascia un commento