La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Centro di accoglienza Santa Lucia. Niente di fatto nella riunione del Cda

    Pubblicato il marzo 22nd, 2017 Max Nessun commento

    Centro di accoglienza Santa Lucia

    Più che una riunione di consiglio di amministrazione del Centro di accoglienza Santa Lucia di Enna, quello di martedì è stato un incontro fra i vertici del Centro stesso e i sindacati.

    Quest’ultimi pressano giustamente affinchè in questo momento di grave crisi delle Ipab regionali si metta da parte ogni velleità personale e si concentrino tutti gli sforzi sul sostegno alla struttura. Quella di Enna è una delle poche in Sicilia che funziona regolarmente e che offre agli oltre 100 assistiti servizi confortevoli e professionalmente all’altezza rispetto quanto è necessario assicurare ad una persona anziana. Questo non vuol dire che non mancano i problemi anzi ce ne sono a iosa e solo una struttura coesa può tentare di affrontarli e superare. Le polemiche di certo non aiutano e le frizioni devastano. L’appello è semplice tornare a remare tutti assieme per un fine comune e risolvere le altre problematiche esistenti a norma di statuto e legislazione vigente. Le fughe in avanti creano scompiglio e non aiutano. Non è consentito a nessuno distruggere il Centro di Santa Lucia almeno per due motivi. Il primo è perché funziona come un orologio. Di queste esperienze in provincia ce ne dovrebbero essere molte di più per far salire di qualità lo sviluppo del territorio. E poi perché svolgono un servizio essenziale per la comunità: assistono e bene 100 anziani che senza tale sostegno sarebbero condannati alla solitudine. Senza contare che la struttura paga stipendi ai dipendenti e li paga regolarmente anche. Negli anni passati questa era una regola oggi, purtroppo, un’eccezione. E’ necessario che ognuno svolga il suo ruolo senza retro pensieri perché in questi giorni va affrontata la questione della convenzione con il Comune che dovrebbe apportare al Centro circa 200 mila euro l’anno. Tale convenzione è sospesa da parecchio tempo. A bloccarla fu il sindaco Paolo Garofalo per problemi di cassa del Comune. Purtroppo ancora oggi la questione non è stata ridefinita. Indicazioni in questo senso si potranno avere già entro fine mese con l’approvazione del bilancio di previsione dell’amministrazione comunale. Se nel documento contabile sono previste somme vuol dire che l’intenzione del sindaco Maurizio Dipietro è di ripristinare i flussi economici tra il Centro e il Comune. Se così non è, ogni cosa è rimandata ad altre scadenze.

    Lascia un commento