La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Cambiare per migliorare

    Pubblicato il Agosto 25th, 2009 Max 2 commenti

    venerdi' 17 friday (foto 3°)
    Creative Commons License photo credit: Uberto

    di Esprimity
    Un’intera estate concentrati sul Viale Diaz. I nostri amministratori non  hanno avuto tempo per pensare di togliere dalle nostre strade i branchi di cani randagi, non hanno avuto modo di riflettere sui problemi del traffico, sugli orari rigidi di carico e scarico merci, su come risolvere l’annosa vicenda della spazzatura, su come liberare gli ennesi dalle sterpaglie e dalle enormi buche sulle strade. Non hanno avuto modo di sedersi ad un tavolo con le autorità competenti per approntare un piano che puntasse a risolvere il problema del crollo della Panoramica. Sono stati troppo impegnati a riflettere ed a mettere in pratica i risultati delle loro intense riflessioni, su un tema delicatissimo e di estrema importanza per la nostra città … il Viale Diaz, come risolvere il problema del traffico nella zona Monte di Enna. Era troppo facile lasciare tutto com’era e limitarsi a far rispettare rigidamente la segnaletica esistente. Troppo semplice impegnarsi a multare tutti i nostri concittadini dalle abitudini a dir poco anomale, come quelle di parcheggiare in doppia fila, sui marciapiedi, magari per la poca voglia di fare più di 20 metri dalla macchina al bar dove prendere il caffè o al panificio dove comprare il pane. Meglio cambiare tutto … solo così si entra nella storia. Ma i continui cambiamenti non hanno portato alcun miglioramento anzi … hanno solo contribuito ad alimentare la confusione e le proteste di tutti …. cittadini comuni, commercianti, impiegati, portatori di handicap. –


    Una cosa di certo però è stata chiarita … il nostro Assessore all’Urbanistica, collaborato dal suo entourage, non solo non ha nessuna competenza in materia, e lo dimostra il fatto che pare non sia stato nemmeno applicato quanto prevede il codice della strada in materia di parcheggi, strisce pedonali, corsie preferenziali, ma ormai è in tale stato confusionale che giornalmente vediamo invertire, cambiare, modificare sensi di marcia, segnaletica stradale, rotonde che appaiono per poi sparire improvvisamente dopo pochi giorni. Ma una cosa rimane costante, i nostri concittadini che per prendere il caffè o per comprare il pane, continuano a parcheggiare la loro macchina sui marciapiedi, senza rispettare la segnaletica stradale che con tanta cura ed a spese della collettività è stata realizzata, tanto sanno con certezza che nessuno glielo impedirà ne tantomeno li multerà per tanto ardore. Vediamo giornalmente i tanti Vigili Urbani troppo impegnati a far capire a tutti noi oggi come si circola, cosa è cambiato rispetto a ieri e come sarà domani, che non hanno nemmeno il tempo ed il modo di multare i tantissimi, troppi automobilisti indisciplinati che circolano per le nostre inadeguate strade. Una domanda molti vorrebbero fare al nostro Assessore … cosa aspetta a riportare tutto come era qualche mese fa, a dimettersi ed a tornare a tempo pieno alla sua precedente attività? Non sempre cambiare porta a dei miglioramenti …. in fondo sbaglia chi ci prova e apprezzeremmo tutti la sua voglia di provarci e soprattutto il suo coraggio di ammettere di avere sbagliato.

     

    2 responses to “Cambiare per migliorare” Icona RSS

    • 7 regole fondamentali per gli ennesi

      1° regola cambiare la testa agli ennesi
      2° ” cambiare la testa agli mministratori
      e funzionari del comune
      3° ” iniziare a rispettare il codice ella
      strada ad iniziare dalla segnaletica
      stradale sia verticale che orizzontale (dove esiste!!!!)
      4° ” far fare ai vigili il proprio lavoro
      invece di parlare
      5° ” iniziare ad usare i mezzi pubblici
      aumentando le corse
      6° ” finirla sempre con le lamentele
      qualsiasi cosa si cerchi di cambiare
      in questo piccolo borgo.
      7° ” il 2010 ci saranno le amministrative
      e tutto questo sara’ tema di accalappia voti per il resto si vedra’?

    • Bravooooooooo !!!! Gigi. Facciamo dei manifesti ed affiggiamoli in tutta Enna.


    Lascia un commento