La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • BORGOGNA, “VIAGGIO STUDIO”

    Pubblicato il aprile 19th, 2009 Max Nessun commento

    di Tommaso Scavuzzo
    L’ Associazione ONAV – Sezione di Enna ti ricorda che il prossimo 20/04/2009 (lunedì) alle h. 12.30 sarà proposto un incontro sul tema: BORGOGNA : “VIAGGIO STUDIO”. Fra le aree di produzione vinicola del mondo, quella che viene più frequentemente ricordata per l’eleganza e la classe dei suoi vini è certamente la Borgogna.La Borgogna , che si trova nella parte centro-orientale della Francia, è uno dei luoghi più a nord del mondo in cui si producono vini rossi.Le due uve principali coltivate in questa regione – e praticamente le uniche – sono il Pinot Nero e lo Chardonnay.La Borgogna è il regno dei DOMAINE che non vanno confusi con il concetto tipico  dei celebri chateau di Bordeaux. Uno CHATEAU BORDOLESE è una singola proprietà composta di vigneti generalmente collocati vicino o intorno ad una costruzione – lo chateau –  in cui si svolgono le diverse pratiche enologiche per la produzione del vino. Il DOMAINE BORGOGNONE è invece un insieme di vigneti, spesso di piccole superfici , dislocati in più zone di uno stesso territorio e, addirittura, anche distanti molti chilometri l’uno dall’altro e appartenenti a denominazioni diverse. Questi vigneti sono di proprietà di un’unica entità e le uve provenienti da ogni vigneto vengono vinificate separatamente in modo da produrre vini, spesso in piccole quantità, capaci di riflettere ed esprimere le caratteristiche delle singole zone.In Borgogna il TERROIR  è un concetto fondamentale nella produzione dei vini e qui, come in nessuna altra parte del mondo, il rispetto delle caratteristiche  e delle differenze dei singoli vigneti è una condizione essenziale dell’enologia.A parte un terreno particolarmente vocato che rende le uve ben strutturate, nella regione  si adottano delle tecniche di vinificazione estremizzate perché la tradizione borgognona vuole la fermentazione in pièce ( botti da 228 lt)  oppure in tonneau (da 250 lt) unita al batonnage, l’introduzione di un attrezzo nel fusto per riportare in sospensione le fecce  nobili depositatesi sul fondo.Il sistema di classificazione dei vini di Borgogna è diviso in categorie e si basa su criteri e indicazioni diversi da quelli utilizzati in altre regioni della Francia. L’area in cui si utilizza maggiormente il sistema di classificazione è la Cote d’Or nella quale sono previste quattro categorie distinte. Le due categorie più basse del sistema sono Bourgogne Rouge e Bourgogne Blanc, rispettivamente per i vini rossi e bianchi, generalmente prodotti con uve provenienti da diversi villaggi e spesso miscele di vini prodotti in diverse parti della regione. La prima denominazione di rilievo è la Village ed è riservata a vini prodotti unicamente in uno specifico villaggio, o nelle sue vicinanze, fra quelli previsti dal sistema. I vini appartenenti a questa categoria riportano sempre in etichetta il nome del villaggio.-


    Come già detto , in Borgogna  le differenze qualitative dei vini sono fortemente legate ai singoli vigneti e non è un caso che le due più alte categorie del sistema di qualità siano esclusivamente riservate all’identificazione di vigneti. La prima categoria utilizzata per la denominazione dei vigneti è Premier Cru , attualmente riservata a ben 562 vigneti,  il nome del vigneto è riportato nell’etichetta subito dopo il nome del villaggio di appartenenza.La categoria più alta del sistema  è Grand Cru   attualmente riservata ad appena 33 vigneti.
    Noi visiteremo la regione che più di ogni altra contraddistingue la Borgogna cioè la COTE D’OR, ed è proprio qui che si producono i vini più famosi e rappresentativi. La Cote d’Or è tradizionalmente divisa in due sottoregioni distinte: COTE DE NUITS nella parte settentrionale e COTE DE BEAUNE nella parte meridionale. Tutti i vini della Borgogna classificati come Premier Cru e Grand Cru sono prodotti nella Cote d’Or. Luogo dell’evento: BORGOGNA , COTE D’OR, BEAUNE. L’evento è aperto a tutti.
    Il numero di partecipanti è fissato in 16. DAL 20 AL 24 APRILE 2009. PER INFORMAZIONI SCRIVERE A enna@onav.it

    Ti ricordo che le prenotazioni devono essere inviate cliccando sul pulsante giallo a inizio pagina (se visualizzato) o per mail alla casella enna@onav.it. Se sei socio ONAV, per cortesia ricordati di portare i bicchieri.

    Lascia un commento