La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Boccata d’ossigeno per il Liceo Linguistico di Enna?

    Pubblicato il febbraio 4th, 2012 Max Nessun commento

    di Massimo Greco

    questa la dichiarazione dell’On. Gabriella Giammanco:
    “Sono felice che l’emendamento che ho presentato al milleproroghe per introdurre una deroga ai vincoli imposti dal patto di stabilità e permettere le assunzioni degli insegnanti nei nidi e nelle scuole dell’infanzia comunali sia stato recepito dai relatori del provvedimento e inserito nel testo che approderà in aula. Mi spiace contraddire le parole della senatrice Bastico, che qualche giorno fa ha tentato di attribuire al Pd il merito di questa iniziativa, ma come esponente del Popolo della Libertà ho il dovere di ricordare che ho presentato come prima firmataria l’emendamento in questione e che da tempo lavoravo a quest’importante traguardo. Era assolutamente necessario porre fine alla drammatica paralisi di tante scuole dell’infanzia, impossibilitate ad assumere anche solo per garantire semplici supplenze. Il tutto con enormi disagi di centinaia di famiglie con i loro bambini”. Gli effetti di tale emendamento hanno una ricaduta positiva sulla nota vertenza del Liceo Linguistico di Enna? Temo di no, atteso che con l’approvazione dell’emendamento si ottiene lo slittamento del limite del 50% delle assunzioni a tempo determinato fatte dagli enti locali  rispetto all’anno precedente 2009. Il problema del Liceo Lingustico è legato alla spesa complessiva del personale dipendente della Provincia che ha superato il limite del 50% rispetto a quella corrente. Infatti l’emendamento mira ad integrare solamente il comma 28 dell’art. 9 del Dl n. 78/2010 e non anche il comma 14 della medesima disposizione finanziaria.

    Lascia un commento