La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Avviate le attività culturali dell’Accademia della Politica

    Pubblicato il gennaio 17th, 2012 Max Nessun commento


    di Libero
    Celebrare la Prolusione al XIV a.a.  dell’Accademia Nazionale della Politica significa anche, e soprattutto, pensare all’Italia dei prossimi decenni, all’Italia del 2020 e del 2061; lavorare in proiezione futura, dal nostro specifico ambito, aiutando e formando intelligenze, contribuendo a creare, nell’urgenza dei tempi, una nuova classe dirigente che operi non per tradurre in voti o in ricavi istantanei la gestione delle contingenze, senza concepire disegni e politiche di media e lunga scadenza, senza agire in ragione di ciò che sarà utile e funzionale alle generazioni future, senza accettare sfide complesse  che non premiano nell’immediato, ma di certo pongono solide basi per un avvenire di sviluppo e di progresso sociale, economico e culturale.

    Questa la premessa che il Direttore dell’Accademia Nazionale della Politica, Riccardo Fiscella, all’inizio del suo quarto anno alla guida della sede ennese, ha posto al centro del discorso di apertura dell’anno accademico, inaugurato Venerdì 13 Gennaio a Sala Cerere di Palazzo Chiaramonte alla presenza di autorevoli autorità, accademici e studenti.

    La cerimonia di inaugurazione del IV Corso di Studi Politici in cima all’umbilicus della Sicilia, ha avuto stavolta un “sapore” diverso, un sapore extraterritoriale. L’intenzione che anima, il tradizionale appuntamento accademico, infatti, è quella non di oltrepassare i confini geografici dell’Accademia di Enna, brillantemente compiuto, ma di radicarsi e affacciarsi con crescente spirito di condivisione al mondo della cultura e del sapere delle province limitrofe. Da qui le numerosissime presenze di Autorità locali e non.

    Una cerimonia a cui il Direttore Riccardo Fiscella sembra tenere particolarmente perché considerata trampolino di lancio verso scenari ben più prestigiosi in cui la Sicilia, e ovviamente Enna, puntano a diventare centro di sviluppo e di nuove possibilità «per tutti coloro che fanno finta di “disprezzare” la speranza solo perché rappresenta il tormento e non il cammino dell’incivilimento che è la nostra unica speranza.

    Sono intervenuti:  

    Prof. Angelo Di Dio (Vice Sindaco e Assessore alla Cultura Comune di Enna): Chi partecipa al fervore delle iniziative messe in campo dall’Accademia, non può che riportarne un sentimento profondo di gratitudine; ardere di quell’ignea scintilla ch’essa accende in noi, e trasformarla in alimento di nuovi fuochi che ciascuno subito sente di voler accedere anche nella propria Terra. Tutto si apprezza in sommo grado, se contribuisce a stimolare le menti, il sapere  a infiammare gli animi del conoscere, e ad aprire i cuori. Quelli stessi che tutta l’Amministrazione cittadina ha aperto all’Accademia, facendo si che anche il IV Corso di Studi Politici si svolgesse sotto il patrocinio dell’amministrazione comunale a Sala Cerere di Palazzo Chiaramonte.

    Prof. Nuccio Carrara: Stimo moltissimo questa Istituzione egregia, grazie alla quale si mostrano le radici del sapere. Tutto ciò che si compie in quest’Accademia contribuisce immensamente all’educazione dei giovani; e alla loro formazione, anche cosa ch’è di gran lunga più importante, umana e culturale. Voi avete infatti istituito una cosa seria e veramente buona, che m’auguro divenga non solo il principio d’una nuova era per la rinascita della vera politica, ma anche l’origine d’una nuova e più felice cultura umana, politica e storica.

    Prof. Padre Antonio Ucciardo: ”Qui la cultura politica, che in ogni altro luogo sembrano languire e ricoprirsi di muffa, in maniera miracolosa fioriscono, rinascono; qui la gioventù studiosa viene condotta per mano non a trattare pedanterie ma a sviluppare un vero amore della sapienza”.

    Il discorso preconclusivo di saluto del Prof. Bartolo Sammartino, Presidente Nazionale e Fondatore dell’Accademia, ne ha sintetizzato la storia e gli obiettivi: “L’Accademia Nazionale della Politica è una Istituzione nata per riprendere la grande tradizione dell’alta formazione politica, i loro metodi di formazione, la visione del mondo libera e critica che da tale educazione può svilupparsi. A suo fondamento ha assunto l’idea della “dignitas hominis “da conquistarsi attraverso un continuo lavoro su se stessi che ci affranchi per quant’è possibile dalle passioni basse e brutali e che ci renda sempre portatori di quella che a buon diritto si chiama humanitas.”

    Ha elargito all’Accademia ennese ed al suo direttore “doni” immensi, maggiori di quelli che chiunque possa immaginare. Riccardo, è per noi un esempio oltre che il fiore all’occhiello di tutte le sedi accademiche.

    Adesso appuntamento a Sabato 21 Gennaio alle ore 17 sempre a Sala Cerere di Palazzo Chiaramonte per la I lezione del IV Corso di Studi Politici che avrà per tema: “Dieci anni dall’11 settembre: il tramonto americano, il volto oscuro del liberismo, la speculazione finanziaria e i nuovi protagonisti dello scacchiere globale “.


    OSPITI  RELATORI: il Prof. ANGELO SINDONI (Docente Ordinario di Storia Moderna, Facoltà di Lettere e Filosofia, Università degli Studi di Messina) e il Dr. CARLO ALBERTO TREGUA (Direttore del Quotidiano di Sicilia).

    Per le iscrizioni telefonare al 349.6885210 o scrivere a enna@andp.it

    E’ possibile anche iscriversi direttamente a Sala Cerere prima delle lezioni.

    L’iscrizione al Corso da diritto alla frequenza delle lezioni ed a un attestato finale di partecipazione. A tal fine si precisa che prima dell’inizio e al termine delle lezioni sarà richiesta la firma dei partecipanti sul registro delle presenze. Gli iscritti al Corso, infine, potranno liberamente partecipare alle Rassegna d’Arte “Mitincanti” e ai Seminari di Promozione ed Educazione alla Salute, promossi dall’Accademia Nazionale della Politica.

     RIMBORSO QUOTA D’ISCRIZIONE DAL 30% AL 70%

    PER GLI UNIVERSITARI

    Gli studenti iscritti per l’anno accademico 2011/2012 presso: Università degli Studi di Palermo (sono contemplate anche le sedi di: Agrigento, Caltanisetta, Castelbuono, Cefalù, Marsala, Petralia, Termini Imerese e Trapani), Accademia di Belle Arti di Palermo, Conservatorio di Musica di Palermo e LUMSA di Palermo, beneficeranno di un contributo monetario ERSU pari al 70% o 30% della quota di iscrizione.

     DIPLOMA DI MERITO

    Gli iscritti al Corso, qualora non avessero superato le tre assenze, potranno presentare un elaborato scritto, di circa otto cartelle, che verrà preso in esame da una Commissione giudicatrice e potranno conseguire un Diploma di merito riconosciuto come titolo legale.

     CREDITI FORMATIVI

    (Scuola, Università, Ordini Professionali)

    La partecipazione al Corso dà la possibilità di vedersi riconosciuti crediti formativi dalle Scuole Superiori e grazie ad una Convenzione con l’Università, anche dalle singole Facoltà universitarie. Da quest’anno sarà altresì possibile ottenere il riconoscimento da parte dei singoli Ordini Professionali.

     BORSE DI STUDIO

    La Commissioneesaminatrice sarà anche chiamata ad assegnare le Borse di Studio, per la partecipazione a stages formativi, agli autori dei tre migliori elaborati.

    Lascia un commento