La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Asp: vietato il diritto alla mobilità e alle stabilizzazioni. La Uil punta il dito

    Pubblicato il Dicembre 12th, 2017 Max Nessun commento

    Adamo e Faraci

    Vietato, a nostro giudizio, il diritto alla mobilità ed alle stabilizzazioni. Ecco perché abbiamo introitato un atto stragiudiziale che sarà consegnato ai vertici dell’Asp di Enna”.

    Questo è il mandato che i due segretari della Uil Fpl, Adamo e Faraci, hanno avuto dall’assemblea degli iscritti tenutasi giovedì scorso. I due sindacalisti ritengono “estremamente corretto il nostro operato in perfetta sintonia, fra l’altro, con il pensiero di quei lavoratori che da anni ambiscono ad essere mobilitati da altre province e di quei lavoratori che speravano e continuano a sperare nella stabilizzazione. Non è assolutamente pensabile, vista la nutrita giurisprudenza che si è determinata a livello nazionale con sentenze varie, dare luogo ad un processo di reclutamento (tecnici di laboratorio che dovrebbero arrivare grazie all’utilizzo di una graduatoria dell’Asp di Siracusa)ritenuto, da noi, molto dubbio sul piano della fattibilità.

    L’atto stragiudiziale indirizzato al Direttore Generale dell’Azienda tende a fare riflettere il management ed in maniera particolare a chi propone gli atti stessi perché la prossima tappa sarà ricorso al Giudice del Lavoro da parte di chi è contro interessato, nonché alla contestuale revoca in autotutela degli atti deliberativi prodotti. Inoltre, una diffida è stata trasmessa, sempre all’Azienda Sanitaria Provinciale, sul contratto integrativo aziendale propedeutica anche questa ad un ulteriore ricorso”.   

    Lascia un commento