La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • ASP Enna. Giornata dedicata al Diabete e alla promozione di stili di vita salutari

    Pubblicato il novembre 25th, 2017 Max Nessun commento

    La Giornata del 2016

    Nell’ambito degli eventi previsti per celebrare la Giornata Mondiale del Diabete, presso l’ingresso principale dell’Ospedale Umberto I di Enna, giovedì 30 novembre ’17, a partire dalle ore 9:00, saranno allestiti banchetti informativi per sensibilizzare e informare i cittadini sul diabete, sulla sua prevenzione e gestione.

    Si potranno effettuare, gratuitamente, la consulenza medica qualificata, la valutazione del rischio, lo screening per la rilevazione della glicemia e di altri parametri utili alla prevenzione. Si prevede, infatti, la presenza di diabetologi per il controllo glicemico gratuito, indirizzato all’utenza che ne vorrà usufruire.

    L’evento è organizzato dalla dr.ssa Eleonora Caramanna, responsabile dell’Unità Operativa Educazione e Promozione Salute (UOEPSA) dell’ASP di Enna, di concerto con l’Unità Operativa Medicina Interna del Presidio Ospedaliero Umberto I, con l’URP, con altri servizi sanitari e con le associazioni di volontariato come l’AGD (Associazione Giovani Diabetici). I medici coinvolti nell’evento appartengono all’Unità Operativa Complessa Medicina Interna dell’Ospedale Umberto I di Enna e sono i dottori: Luigi Prato e Gaspare Stabile, Diabetologi, la dr.ssa Carlotta Castoro, Endocrinologo, Mauro Sapienza, Direttore dell’U.O.C.

    A livello nazionale, la Giornata Mondiale del Diabete è celebrata ogni anno in più di cinquecento città dall’Organizzazione Diabete Italia che, in una nota, evidenzia “Il diabete è al centro di una Giornata Mondiale, istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, per attirare l’attenzione su una malattia subdola, molto conosciuta nel nome ma poco nella vita reale, e per questo a volte curata male o in ritardo. Eppure di diabete ne soffrono oltre 400 milioni di persone adulte nel mondo e le stime per il futuro non sono incoraggianti: entro il 2040 ci saranno quasi 650 milioni di malati”.

    Lascia un commento