La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Ars, Alloro e Panepinto fanno approvare due odg per l’Aras e per sostenere le imprese agricole

    Pubblicato il marzo 29th, 2017 Max Nessun commento

    Mario Alloro

    I deputati regionali del Pd Mario Alloro e Giovanni Panepinto hanno presentato all’Ars un ordine del giorno poi sottoscritto da altri parlamentari ed approvato  all’unanimità dall’aula affinchè “il personale dell’Aras sia salvaguardato e trasferito all’istituito zootecnico”.

    “La nostra proposta – dicono Alloro e Panepinto – è stata apprezzata e sostenuta da tutti i parlamentari presenti in aula al momento del voto al di la degli schieramenti politici.  Alla luce della vicenda che ha coinvolto l’Aras, e che ha portato al fallimento dichiarato alcuni giorni fa, chiediamo con forza all’assessore Cracolici ed al governo regionale di impegnarsi in questo percorso di tutela e salvaguardia dei lavoratori, attraverso l’applicazione di norme già previste dall’ordinamento regionale (art 6 lr 12/89 emendata ed integrata dall’art.15 lr 33/96). Il trasferimento allo zootecnico può rappresentare in questo senso un percorso da seguire e sostenere. Occorre salvaguardare i posti di lavoro, le competenze e le importanti funzioni di controllo ed assistenza tecnica svolte fino ad ora dall’associazione”. Nel corso della stessa seduta l’aula ha approvato un secondo ordine del giorno proposto da Mario Alloro e Giovanni Panepinto e sottoscritto da altri parlamentari PD e di altri gruppi che chiede invece al governo della Regione di dare  una congrua proroga al bando pubblicato dalla sottomisura 4.1 del PSR 2014-2020 (“sostegno ad investimenti nelle aziende agricole”). “Si tratta di una misura importante – dicono Alloro e Panepinto – tuttavia il bando è caratterizzato da numerose criticità che di fatto rischiano di rendere impossibile la partecipazione a numerose aziende. Chiediamo pertanto una proroga per superare i numerosi problemi legati al bando e permettere alle aziende di avere il tempo necessario per presentare domande complete e non perdere questa opportunità”.

    Lascia un commento