La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Ancora una nidificazione di Svassi a Pergusa

    Pubblicato il Giugno 12th, 2012 Max Nessun commento

    di Libero
    Dopo la straordinaria nidificazione avvenuta nel 2010 presso la Riserva Naturale Speciale del Lago di Pergusa, torna a nidificare lo Svasso piccolo (Podiceps nigricollis), uccello appartenente alla famiglia dei Podicipedidae che è protetto dalla Convenzione di Berna. La nidificazione è stata documentata dalla Biologa della Kore, Rosa Termine, che ha censito oltre 20 coppie nidificanti con oltre 40 pulcini, nell’ambito del progetto di Ricerca promosso dall’ente gestore, la Provincia Regionale di Enna.

    Si tratta di una nidificazione straordinaria, in quanto questo uccello in Italia è nidificante irregolare, tanto che i casi di riproduzione documentati in Italia negli ultimi 60 anni sono circa quindici. Tra queste nidificazioni, tre sono state documentate in Sicilia: una nel 1957 al Lago di Pergusa con la segnalazione di 20-25 coppie nidificanti, una nel 1966 al Lago di Scanzano (Palermo) con la segnalazione di una coppia con 2 giovani e l’altra nel 2010 al Lago di Pergusa con la segnalazione di 6 coppie con 13 pulcini.

    In Sicilia al di fuori del periodo riproduttivo la sua presenza è abbastanza consistente specialmente nelle zone umide costiere, mentre nel periodo estivo, negli ultimi 30 anni, la specie è stata avvistata solo con presenze occasionali e in modo irregolare, anche se in qualche caso, nei pantani di Pachino (SR), se ne è sospettata la nidificazione. Questa specie occupa prevalentemente la parte centrale del continente europeo e della ex Unione Sovietica dove risiede oltre il 75% della popolazione paleartica; è migratrice e sverna sulle coste atlantiche europee, nel Mar Nero, Mediterraneo e Nord Africa.

    Lo Svasso piccolo adulto ha una lunghezza di 30 cm, un’apertura alare di 50 cm e pesa circa 400 grammi. Il becco è nero e l’iride rossa. In abito estivo presenta il collo nero e dietro l’occhio evidenzia dei ciuffi di penne dorate a ventaglio. In inverno è più scuro sopra e bianco sotto. È un nuotatore e tuffatore eccellente;  si nutre di piccoli pesci, anfibi, larve e adulti di insetti, molluschi e crostacei.

    La disponibilità di risorse trofiche nel lago di Pergusa, dovuta alla massiccia presenza di piccoli pesci, anfibi e vari invertebrati, ha con molta probabilità determinato una forte attrazione per gli Svassi piccoli negli ultimi anni, soprattutto nel periodo estivo. Un altro fattore influente potrebbe essere la diffusione di piante acquatiche che formando delle vere e proprie “isole galleggianti” offrono allo Svasso piccolo un buon substrato dove sostare e foraggiarsi o riprodursi. Tra l’altro, lo Svasso piccolo costruisce un nido galleggiante, ancorato alle piante vicine, la cui sommità spunta di poco sopra il livello dell’acqua.

     

    Lascia un commento