La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Alloro Pd. “Una direzione regionale per capire se Crocetta è il candidato alla presidenza del partito”. E sulla Finanziaria: “Non è uno strumento che prescinde dalla politica”.

    Pubblicato il Febbraio 7th, 2017 Max Nessun commento

    Il deputato regionale del Pd Mario Alloro chiede un chiarimento politico sulla Finanziaria della Regione al governatore Rosario Crocetta e al segretario regionale del partito Fauso Raciti. “La finanziaria – dice Alloro – non è uno strumento che può prescindere dalla politica e dalla visione che una maggioranza ha sui tanti problemi e le tante criticità che la Sicilia oggi vive”.

    Il parlamentare su questo è stato esplicito nella riunione di gruppo del Pd sulla manovra finanziaria che nei prossimi giorni dovrebbe andare prima in commissione e poi in aula. Spina principale è “il maxiemendamento presentato dal governo e non preventivamente concordato con il gruppo parlamentare – conferma Alloro -”. Questo “pone una serie di interrogativi a cui è urgente dare risposte riannodando le file di un ragionamento che non prescinda dalla politica e senza il quale ognuno potrebbe sentirsi libero da indicazioni di partito”. Il deputato ennese è ancora più preoccupato poiché tali cruciali problemi devono essere gestiti quando Crocetta ha già fatto un passo in avanti annunciando la sua ricandidatura al vertice della Regione con il sostegno di un suo nuovo partito. Quindi sul tavolo c’è una finanziaria che necessità di riflessioni comuni interne al Pd e invece “leggo – prosegue Alloro – che il presidente Crocetta ha presentato in questi giorni un suo autonomo soggetto politico e che dichiara di voler dare con la manovra finanziaria le risposte che i siciliani aspettano e che i deputati Pd ‘troppo impegnati a fare marchette’ non avrebbero dato”. Insomma per il parlamentare ennese: “E’ indispensabile convocare una direzione regionale per capire innanzitutto se Crocetta è il candidato del Partito Democratico, a dispetto dei sondaggi nazionali che lo danno ultimo nel gradimento tra i presidenti di Regione, e delle dichiarazioni di autorevoli dirigenti del partito che hanno sostenuto la necessità delle primarie per la scelta del candidato alla presidenza”.

    Lascia un commento