La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Alcune domande nascono spontanee

    Pubblicato il aprile 3rd, 2008 Max 2 commenti

    di Sicano
    Con grande sodisfazione di tutti è finalmente rientrata la ribellione di A.N. ennese. Vorrei però sapere, se ciò è possibile, che cosa si è deciso in concreto e cosa ha ottenuto il partito o qualche personaggio del partito dopo l’incontro avuto con Fini.
    Ma questa è semplicemente una richiesta, vorrei, invece analizzare l’attuale quadro politico ed azzardare un personalissimo scenario politico prossimo venturo.
    Partiamo dal PD:
    Come sappiamo si sta presentando come il nuovo. Nuove facce, nuove idee, nuovi obiettivi e strategie di governo. Basta la palla al piede della sinistra estrema per avere libertà di azione. Si vuole creare un partito socialdemocratico. Bella intenzione, Bella intenzione anche quella di arrivare qui in Sicilia e dire, con tanto di grancassa mediatica, che la mafia, se vuole, può dare il voto a tutti tranne a loro perchè loro non sanno cosa farsene e non lo vogliono anzi, se saliranno al potere, daranno il colpo finale a tutte le mafie.Bella intenzione, dicevo, salvo poi scorrere i candidati e scoprire qui ad Enna il solito Mirello Crisafulli. Alla faccia del nuovo e della lotta alla mafia, bravi| Ma veniamo allo scenario che prevedo per il dopo voto. In caso le cose andasero bene si potrà iniziare a ragionare su un nuovo partito, Veltroni potrà presentarsi come il salvatore della Patria e nessuno potrà opporsi alle scelte di Walter. Salterà qualche testa tipo Fassino che sarà spedito con un incarico inutile lontano dai centri che contano, i Radicali, che non sono assolutamente determinanti per una eventuale vittoria, verranno ridimensionati o, con le dovute tecniche, buttati fuori. Più difficile far fuori il vero antagonista di Veltroni, D’Alema.Se avete notato non siè speso molto in questa competizione, sta alla finestra ad osservare come andrà a finire e poi salterà alla gola del povero Walterino, molto indicativa è la dichiarazione di Veltroni di qualche giorno fa che ha dichiarato che, in caso di sconfitta, non si dimetterebbe dalla guida del Partito. Ha chi era rivolto quel messaggio? Ma veniamo alla campagna politica nella nostra Provincia: Qui il PD non è mai nato. Forti sono le reistenze ad unirsi nello stesso partito e quindi si sta facendo una campagna elettorale divisa, di qua i DS e di la la Margherita. A prima vista sembra che tutti lottino per lo stesso fine,


    in realtà si stanno pesando le forze dei rispettivi partiti che compongono il PD per poi fare pesare queste stesse forze in vista delle Amministrative. Ma, come dicevo, tutto rientrerà se le Elezioni andranno bene, ma se le cose dovessero andare male, come pare, il PD subirà un attacco dall’interno che lo farà implodere e si ritornerà alla divisione tra DS e Margherita.
    Stesso discorso vale per il PDL. Questo partito è nato con un atto di forza di Berlusconi che ha spiazzato gli altri alleati con il risultato che Casini ha abbandonato la coalizione, fortunatamente dico io, e Fini si è visto costretto a confluire nel partito unico senza chiedere l’appoggio della base, così migliaia e migliaia di sostenitori di AN, gente che ha dato tutta se stessa al partito, partito con 60 anni di tradizione, di lotta si è ritovata inglobata in una nuova versione della DC. Brutto destino. Ma perchè questa scelta di Fini? Penso che Gianfy si sia fatto il conto che con un partito coma AN, un partito del 12%, non poteva aspirare, un giorno Berlusconi permettendo, di diventare Premier. Quindi meglio diventare il delfino di Berlusconi e aspettare il suo momento, ha pensato che visto la mancanza di forti personalità all’interno di FI sarà lui per forza ad essere canditato Premier in futuro. Quindi per un mero calcolo personale e con decisioni arroganti ha, di fatto, sciolto AN! Voi pensate che questa mossa, se le cose andassero male in queste elezioni, resterà senza risposta. Già molti elettori di AN stanno pensando di abbandonare il partito per andare da Storace e, ci potete scommettere, questo esodo sarà ancora più massiccio se si perderanno le Elezioni e Fini sarà messo sotto precesso dal popolo di AN e perderà la sua leadership.
    Stessa cosa dicasi a livello provinciale. Caos completo: Ripeto vorrei sapere qualcosa di più sulle promesse di Fini a Massimo Greco!
    Due parole anche per Bertinotti. Poveretto, la sua esperienza governativa lo ha distrutto. Non ha più la credibilità di una volta. Ormai è più affidabile, anche se antistorico, gente come Ferrando, che magari dirà cose fuori dal mondo ma almeno è stato coerente. Anche lì se Bertinotti non porterà a casa un buon risultato, si può fare le valige!
    Di Casini non parlo. Galleggerà, come sempre. Sta a vedere in che tipo di liquido!

     

    2 responses to “Alcune domande nascono spontanee” Icona RSS

    • Fini non ha fatto alcuna promessa. L’incontro domenicale a Palermo è servito solamente per accertare che il complotto ai danni di AN ennese si è consumato solo a Palermo senza la complicità dei vertici romani. Bastava essere presenti all’incontro per rendersi conto di persona su come il Segretario regionale Scalìa e l’intera classe dirigente di AN palerminata siano stati mortificati e umiliati da Fini per l’accaduto. Quindi un risarcimento più morale che politico. Ci siamo comunque dati appuntamento a dopo le elezioni regionali. Tutto qua. Su come la penso in ordine al Popolo della libertà, rimando ad una mia intervista presente su questo Blog.

    • Le contraddizioni nel Pdl scoppieranno strada facendo. Il Pd non è nato, ma è stato costruito, il pdl è solo una scenografia da teatro che al primo insulto inizierà a perdere pezzi.
      Fini, a mio modo di vedere è stato un pessimo statista: con i suoi veti ha totalmente inasprito i rapporti col popolo di destra che lo seguiva e che magari lo avrebbe appoggiato in una logica di alleanze quando un giorno sarà lui il candidato. Adesso questo popolo, o sta già con Storace o sta meditando… Comunque staremo a vedere nei prossimi quattro mesi come cambierà lo scenario.
      In tutti i casi, morto Berlusconi il Pdl va a farsi benedire… e visto che nel pdl si sta per convenienza e non per convinzione il caro Fini si ritroverà solo come una cane, vecchio e privo del suo appeal.
      A Catania avrebbero fatto bene a pagare quattro pulle sotto il palco… non c’era assolutamente entusiasmo invece abbondavano le ipocrisie… Che delusione! Se vedete i video su youtube di Nello Musumeci e fate il confronto vi accorgerete come uno “sconosciuto” eurodeputato riesce ad essere diverse volte superiore al prossimo leader del Pd… eehh Pdl ( scusate, ma si assomigliano così tanto che ho perso una “l”)

      Cmq domani La Destra è a Enna, chi passare un pomeriggio di politica diverso e vuole sentire quelle belle sensazioni da pelle d’oca le porte sono aperte!

      Buona serata


    Lascia un commento