La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Accordo Asp-Corrieri dell’Oasi per il Centro diurno a favore di soggetti autistici

    Pubblicato il marzo 16th, 2017 Max Nessun commento

    Rappresentanti Asp e cooperativa dopo la firma

    E’ stato sottoscritto questa mattina, giovedì 16 marzo, nella sede della direzione dell’Asp di Enna, il contratto per il Centro Diurno dedicato a bambini, adolescenti e giovani adulti con disturbo riconducibile allo spettro autistico.

    Il direttore generale dell’Asp Giovanna Fidelio e il legale rappresentante della cooperativa sociale “I Corrieri dell’Oasi Onlus”, Simonetta Panerai, hanno firmato il contratto che permetterà all’Azienda sanitaria di avvalersi del Centro Diurno dedicato ai pazienti autistici gestito dalla cooperativa accreditata con il Servizio sanitario regionale. Il Centro, con sede in via Montesalvo, garantirà dieci posti destinati a bambini, adolescenti e giovani adulti affetti da disturbo dello spettro Autistico. L’interfaccia dell’Asp con il Centro e la cooperativa è il dipartimento della Salute mentale, diretto da Giuseppe Cuccì. Questo curerà, nelle sue articolazioni organizzative, l’inserimento degli utenti, il cui invio sarà corredato dal progetto terapeutico personalizzato dove saranno specificati le attività previste e il periodo presuntivo del trattamento. La cooperativa garantisce personale qualificato e rispondente agli standard organizzativi previsti dai decreti specifici per i servizi dedicati alle persone affette da disturbo autistico. L’equipe impiegata sarà composta dal neuropsichiatra infantile (o psichiatra), psicologo e/o pedagogista, operatori per interventi educativi/abilitativi (educatore, logopedista, neuro psicomotricista, terapista occupazionale, terapista della riabilitazione psichiatrica), assistente sociale e altro personale assistenziale. La direzione dell’Asp sottolinea la grande valenza dell’accordo sottoscritto perché il Centro Diurno assicura attività terapeutiche e socio riabilitative ai soggetti autistici e costituisce, nel panorama sanitario ennese, un ulteriore importante servizio rivolto alle fasce fragili della popolazione.

    Lascia un commento