La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • A Pergusa si sperimentano dal basso le buone pratiche nella gestione dei servizi pubblici

    Pubblicato il maggio 18th, 2011 Max 2 commenti

    di Libero
    Se è vero che non può esserci sviluppo di un territorio se non c’è una buona politica è altrettanto vero che non può esserci una buona politica senza una buona società civile in grado di promuovere autonomamente beni e servizi per la propria comunità. Partendo da questo assunto l’Associazione pergusina OPERA ha nei giorni scorsi proposto al Sindaco di Enna Garofalo un percorso di progetti sperimentali per migliorare la qualità di alcuni servizi pubblici locali a partire da quello legato alla gestione dei rifiuti. I volontari di OPERA hanno infatti proposto di sperimentare il necessario ciclo virtuoso della raccolta differenziata proprio su Pergusa. Il Sindaco, da parte sua si è detto particolarmente soddisfatto non solo dell’incontro ma anche della volontà manifestata dai volontari pergusini di collaborare concretamente per il bene della città. Nel caso in specie della raccolta differenziata, il Sindaco si è fatto carico di promuovere un tavolo tecnico con i responsabili della società d’ambito, atteso che un accordo in questa materia non può non trovare la condivisione dell’ente che per legge ne detiene la competenza. Partecipazione e sussidiarietà orizzontale diventano quindi strumenti di buona amministrazione anche a Enna, nella speranza che l’entusiasmo manifestato dall’Associazione OPERA non venga spento da quelle ataviche metodiche politiche fondate sul mantenimento del rapporto di subordinazione tra amministratori della cosa pubblica e cittadini.

     

    2 responses to “A Pergusa si sperimentano dal basso le buone pratiche nella gestione dei servizi pubblici” Icona RSS

    • Peppi du Canalicchiu

      Questo dimostra che anche a casa nostra le buone idee hanno cittadinanza. Poi chi governa le deve seguire ed appoggiare a prescindere da tutto quanto si verifica da noi: dalle piccole invidie ai grandi interessi. In ogni caso senza raccolta differenziata, prima o poi facciamo anche noi la fine di Napoli.

    • Un plauso ai volontari di OPERA che cercano il bene di Pergusa e di riflesso di tutto il territorio ennese , atteso che Pergusa deve essere al centro dell’attenzione della pubblica amministrazione per il rilancio turistico dell’ennese.
      Se l’Amministrazione Comunale saprà venire incontro alle richieste di Opera , farà a pieno il suo dovere e mi auguro , che una volta tanto ci riesca.
      Non vorrei che l’entusiasmo scemasse a causa delle solite lungaggini buracratiche .
      L’iniziativa è validissima e deve andare avanti per il bene di tutta la collettività .
      Mi sembra anche un esempio che deve essere replicato anche in futuro in altre zone della città.


    Lascia un commento