La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • A Enna il direttivo del G.U.S.

    Pubblicato il Novembre 30th, 2008 Max Nessun commento

    ivanscinardo.jpg

    di Libero
    A distanza di 15 giorni l’associazione della stampa regionale ha scelto nuovamente Enna per tenere una importante riunione di direttivo e dipartimento. Nella sede del Coni, alcune settimane fa si erano riuniti i componenti del dipartimento radio televisivo per discutere di precariato e fare il punto sul censimento delle televisioni locali private condotto in questi mesi in sinergia con l’Ordine dei Giornalisti. Adesso il segretario regionale dell’Assostampa Alberto Cicero, su invito del segretario provinciale Ivan Scinardo, ha voluto convocare il consiglio direttivo del G.u.s. (Gruppo uffici stampa) e il dipartimento. “La scelta della nostra provincia, spiega Ivan Scinardo, non è casuale in un momento così delicato per la nostra professione; non era mai accaduto che la segreteria regionale scegliesse proprio la nostra  città per tenere due riunioni di direttivo a distanza di pochi giorni, segno questo del fattivo interesse verso le numerose tematiche  che l’assostampa provinciale di Enna ha espresso in questi mesi di duro lavoro.   Ad accogliere i componenti del direttivo e del dipartimento del gruppo uffici stampa siciliano, il segretario provinciale Scinardo e il vice segretario Flavio Guzzone.  Al termine di un animato incontro che ha visto affrontare i temi più spinosi legati sulla stabilizzazione di molti precari che lavorano negli uffici stampa pubblici e la necessità di avviare nuovi concorsi, in ottemperanza alla legge 150 del 2000, è stato approvato all’unanimità un documento in cui si afferma la necessità di una forte  azione di vigilanza e di contrasto nei confronti dei casi di abusivismo professionale negli uffici stampa siciliani. Da Enna, come è successo per l’emittenza televisiva, il direttivo –


    ha deciso di avviare, di concerto con tutte le segreterie provinciali dell’Assostampa e con l’Ordine regionale dei giornalisti,  una indagine su larga scala per conoscere la situazione degli addetti stampa negli enti pubblici e combattere chi esercita la professione in modo abusivo. “In particolare il sindacato, dice Ivan Scinardo, terrà una linea di intransigenza nei confronti di chi  offre gratuitamente le proprie prestazioni professionali a uffici stampa pubblici e privati. Lo consideriamo fortemente  lesivo della dignità professionale e degli interessi  collettivi della categoria e dell’impegno che il sindacato sta portando avanti  per il rispetto delle regole  e l’applicazione delle norme, fra le quali la legge 150 e l’accordo siglato nel 2007 con Regione, Anci e Unione regionale  delle province, la cui piena applicazione è stata  confermata dalla recente  sentenza del Tribunale del lavoro di Messina”. Il presidente del GUS Sicilia, Gaetano Perricone, nel corso dell’incontro ha  espresso particolare preoccupazione  per alcuni importanti Enti  che non hanno ancora avviato  la necessaria contrattazione con il sindacato. “L’obiettivo, spiega Perricone,  è la corretta applicazione  degli strumenti di legge  e delle contrattazioni decentrate  che vedono la nostra regione all’avanguardia  nel panorama normativo  nazionale sugli uffici stampa pubblici.  Su questo fronte L’assostampa  dichiara ancora una volta piena disponibilità al confronto e alla collaborazione  con le singole  amministrazioni per la soluzione  di questioni specifiche  riguardanti le posizioni dei colleghi.

    Lascia un commento