La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • A Catenanuova un corso di formazione per guardia ambientale volontaria organizzato dall’Unione dei Comuni Corone degli Erei

    Pubblicato il febbraio 1st, 2017 Max Nessun commento

    Le domande dovranno essere presentate entro le 12 di lunedì 6 febbraio nella sede dell’Unione – Centro direzionale della Zona artigianale di Catenanuova. Il momento formativo durerà 25 ore e si svolgerà dall’8 al 10 febbraio, prevedendo a conclusione un esame finale per il conseguimento dell’attestazione.

    Per il sindaco di Centuripe Elio Galvagno il corso è un appuntamento da non perdere: “Invito i cittadini centuripini che sono impegnati, a diverso titolo, nel settore ambientale, a partecipare al corso di formazione per aspiranti guardie ambientali volontarie, promosso dall’Unione dei Comuni Corone degli Erei”. L’appuntamento è rivolto a quanti “hanno a cuore la salvaguardia dell’ambiente”. Galvagno auspica un’ampia partecipazione. Il corso approfondirà la normativa sulla violazione ambientale ed in particolar modo il Testo Unico in materia, con l’obiettivo di formare addetti alla vigilanza sul corretto conferimento dei rifiuti in ambito comunale. “La guardia ambientale volontaria – spiega il sindaco di Centuripe – è una figura innovativa di grande importanza per la tutela dell’ambiente in cui viviamo”. L’Ispettore ambientale svolgerà attività informative ed educative ai cittadini sulle modalità e sul corretto conferimento dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata; attuerà azioni di prevenzione nei confronti di quegli utenti che, con comportamenti irrispettosi del vivere civile, arrecano danno all’ambiente, all’immagine e al decoro della città; svolgerà funzioni di vigilanza, di controllo e di accertamento con potestà sanzionatoria per le violazioni dei regolamenti comunali e delle ordinanze sindacali relative, in via esclusiva, al deposito, gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti al fine di concorrere alla difesa del suolo, del paesaggio ed alla tutela dell’ambiente. “L’attività di ispettore ambientale, che verrà effettuata ad esclusivo titolo di volontariato – conclude Galvagno – diventerà cruciale per sensibilizzare i cittadini al rispetto delle regole ambientali, svolgendo un ruolo di competente supporto all’amministrazione comunale in questa materia”.

    Lascia un commento