La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Stop agli incarichi esterni nella P.A.

    Pubblicato il Aprile 8th, 2010 Max Nessun commento

    di Massimo Greco
    L’amministrazione per lo svolgimento dei propri compiti si avvale del proprio personale in ossequio al principio costituzionale di buon andamento della pubblica amministrazione e, in particolare, sull’obbligo degli amministratori e dipendenti pubblici, di perseguire l’economicità della spesa pubblica; conseguentemente, il conferimento degli incarichi di consulenza a professionisti esterni alla P.A. si pone come eccezione alla presenza di speciali condizioni che si possono così riassumere: assenza di un’apposita struttura organizzativa della P.A. ovvero una carenza organica che impedisca o renda oggettivamente difficoltoso l’esercizio di una determinata funzione pubblica, da accertare per mezzo di una reale ricognizione; complessità dei problemi da risolvere che richiedono conoscenze ed esperienze eccedenti le normali competenze del personale della P.A. o dell’ente pubblico; indicazione specifica dei contenuti e dei criteri per lo svolgimento dell’incarico; indicazione della durata dell’incarico, svolgimento da parte del consulente privato di un’attività non continuativa; proporzione fra il compenso corrisposto all’incaricato e l’utilità conseguita dall’amministrazione (CORTE DEI CONTI, SEZ. GIUR. D’APPELLO REGIONE SICILIA – sentenza 29 marzo 2010 n. 101).

    Lascia un commento