La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • No della CGIL alle “stazioni di posta” per l’arrivo della Venere di Morgantina

    Pubblicato il Nov 1st, 2009 Max Nessun commento

    di Patrizio Roccaforte
    Nel corso della conferenza dei servizi sul ritorno ad Aidone della Venere di Morgantina, tenutasi ad Enna a fine settembre, è emersa l’ipotesi di realizzare una o due “stazioni di posta” al Parco Ronza e nell’area dell’ex Siace da dove i turisti ripartirebbero a bordo di mini autobus alla volta di Aidone per visitare la statua. Questa è un’ipotesi che trova la CGIL contraria. È errato pensare le nostre città come “città turistiche”, quindi programmare e realizzare parcheggi, servizi, creare aspettative commerciali e di sviluppo, e poi smentire se stessi con la negazione nei fatti dello stesso pensiero: si dimostrerebbe questo se si realizzasse un terminal fuori e lontano dalle città.-


    Noi vogliamo una progettualità coerente con quella del passato. Noi vogliamo che i turisti entrino e visitino le nostre città: è questo l’interesse di tutti i nostri concittadini. La realizzazione di terminals fuori porta sarebbe come invitare gli amici a casa propria e poi lasciarli sull’uscio senza che questi possano godere della giusta ospitalità, senza avere il piacere di poter offrire un caffè. È per questo che ci aspettiamo che tutte le amministrazioni e le forze politiche operino nell’interesse dei cittadini, di tutti gli operatori turistici e commerciali bocciando in partenza questa discutibile idea e prevedendo di utilizzare gli spazi già esistenti all’interno delle nostre città.

    Lascia un commento