La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “No al razzismo… sì all’incontro multiculturale: riprendiamoci il mare”

    Pubblicato il ottobre 16th, 2009 Max Nessun commento

    di Laura Bonasera
    Anche l’Uisp Sicilia aderisce alla Giornata nazionale antirazzista del 17 ottobre. E lo farà con un’idea singolare ed inedita. In contemporanea alla manifestazione di Roma (il corteo partirà da Piazza della Repubblica alle ore 14.30) il comitato regionale Uisp Sicilia, presieduto da Fabio Maratea, organizza un’iniziativa in mare, al largo di Mazara del Vallo. “No al razzismo… sì all’incontro multiculturale: riprendiamoci il mare” è lo slogan che guiderà sette imbarcazioni con a bordo 40 sub e velisti da tutta Italia, soci della Lega Uisp Vela e della Lega Uisp Attività subacquea.-


    Partiranno venerdì dal porto di  Palermo alle ore 9.00 e dopo una traversata di 10 ore si ritroveranno sabato mattina nel porto di Mazara del Vallo, Lega Navale Piazzale G.B. Quinci, con alcune imbarcazioni provenienti da Trapani e Marsala. Al molo di Levante per le ore 10,00 è in programma una conferenza stampa e alle ore 12.00 l’uscita in mare della flottiglia Uisp, alla quale si uniranno anche altre barche e pescherecci del luogo per partecipare al momento in cui i sub depositeranno nel fondale antistante Mazara una targa in memoria dei migranti defunti e la bandiera della pace, segno di ricordo delle vittime e di speranza per il futuro. Un grido in mare, che lancia il messaggio dello “Sportpertutti”, principio che muove ogni attività dell’Uisp, come strumento di integrazione, multiculturalità e di dialogo.
    Tre preghiere: una cristiana, una musulmana e una laica presiedute dal Vescovo, dall’Imam e da un giovane del territorio rivendicheranno collettivamente questi valori che devono essere promossi da politiche di accoglienza, contro ogni forma di violenza e discriminazione.  E’ previsto anche un collegamento in diretta con il palco della manifestazione di Roma. Alle 13,30 tutte le imbarcazioni prenderanno il largo per far ritorno a casa. 
    «E’ un’azione dimostrativa e commemorativa – spiega il presidente del comitato Regionale Uisp Sicilia, Fabio Maratea – Secondo la legge del mare, se si incontra una imbarcazione in difficoltà, con a bordo clandestini o no, si presta comunque soccorso. E se così avverrà durante la traversata, la Uisp ha già dichiarato di obbedire alla legge del mare. Abbiamo scelto Mazara del Vallo – continua – perché è un esempio positivo d’integrazione e cooperazione tra i popoli. E’ da tempo ritenuta una delle città più esemplari, un luogo in cui la popolazione tunisina e cittadina collaborano e cooperano. Anche nello sviluppo dell’economia locale».
    Per ulteriori informazioni: www.17ottobreantirazzista.org Contatti: 091/6629061                                                                                         sicilia@uisp.it

    Lascia un commento