La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Da Sciuti a Van Gogh” in musical art di Sebastiano Occhino

    Pubblicato il Dic 19th, 2009 Max Nessun commento

    di Libero
    Alle ore 20 di oggi 19 dicembre, si svolgerà presso il Castello Ursino di Catania, lo spettacolo Ottocento dipinto “Da Sciuti a Van Gogh” in musical art  di Sebastiano Occhino. Lo spettacolo, a cura dal Comune di Catania e del museo Musical Art 3M di Enna, è allestito dall’Associazione Musical Art e sarà presentato da Sebastiano Occhino, autore delle colonne sonore.
    L’evento, contraddistinto da un’altissima valenza culturale, propone la “Musical Art”, la nuova arte pittura e musica insieme, ideata dal musicista ennese Sebastiano Occhino e costituita dall’esposizione virtuale dei dipinti di qualità elevata, accompagnati dalla musica appositamente composta dallo stesso Occhino. Si tratta di un efficace strumento di promozione che si prefigge lo scopo di valorizzare la pittura, attraverso un connubio tra musica e immagini virtuali delle opere d’arte.
    L’ottocento pittorico rappresenta un momento significativo di transito fra la tradizione classica e l’arte moderna o d’avanguardia. La Sicilia, apparentemente lontana e marginale rispetto ai rivoluzionari fermenti culturali dell’epoca, partecipava, al contrario, a pieno titolo alle profonde trasformazioni allora in atto in ogni settore artistico e in particolare nella pittura.
    Lo spettacolo prevede, infatti, affiancate alle opere musicali con immagini dedicate ai più rappresentativi pittori siciliani dell’Ottocento, opere musical art relative a grandi pittori europei, evidenziando oltre al valore assoluto dei nostri artisti, analogie stilistiche insospettabili.
    Saranno 216 i dipinti in mostra virtuale che ripercorrano un secolo di –


    pittura, accompagnati da 10 colonne sonore composte da Sebastiano Occhino: opere musicali con immagini nelle quali le dense pennellate si accostano alle rappresentazioni umane e psicologiche, nel costante amore per la natura e per un tipo di espressione volta a cogliere lo stupore momentaneo che solo gli artisti possono trasmettere.
     Lo spettacolo si apre con l’opera musicale Ritratti e Scene di vita quotidiana, con in mostra virtuale i dipinti del pittore originario di Zafferana Etnea, Giuseppe Sciuti, un’affascinante viaggio sulla borghesia catanese dell’Ottocento a cui segue l’opera musicale dedicata ai luminosi ritratti di Pierre-Auguste Renoir. Tra la magia di luci, colori e suggestioni musicali, si prosegue con l’opera dedicata ai dipinti di carattere storico dello Sciuti, affiancati a quelli di Sir Lawrence Alma-Tadema, pittore olandese, attivo nell’Inghilterra di epoca vittoriana, conosciuto per la resa realistica delle sue scene di vita nell’antichità. Seguono gli incredibili ed inimitabili paesaggi siciliani di Francesco Lojacono che si intrecciano con la seducente pittura “en plein air” del grande impressionista francese Claude Monet. Il clima magico dello spettacolo conduce all’opera dedicata a Ettore De Maria Bergler, protagonista del Liberty a Palermo, seguita dai dipinti in mostra virtuale di John Singer Sargent, pittore divenuto famoso in Europa e in America per gli straordinari ritratti a valenza psicologica. Lo spettacolo si conclude con l’opera dedicata a Paolo Vetri, affreschista e ritrattista, amante dei colori caldi. L’ultima immagine è quella dello speciale dedicato a Vincent Van Gogh, presenza imponente nella pittura dell’Ottocento, che avvolge lo spettatore, racchiudendolo nel suo incantato e controverso mondo artistico.

    Lascia un commento