La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “360° tour” degli U2

    Pubblicato il Luglio 11th, 2009 Max Nessun commento

    di Fabio Fazzi
    7 luglio 2009 ore 21:10 stadio Meazza Milano, una data che non dimenticherò mai. Gli U2 iniziano il loro “360° tour” in Italia. L’impatto che hai quando entri nel terzo anello rosso è assolutamente da “mozzafiato”, eccolo finalmente, l’ Artiglio, l’immenso palco che “Bono” ha fortemente voluto per portare in giro nel mondo le canzoni degli U2. I quattro Irlandesi ne hanno fatto di strada dal 1976 data di nascita, al 2009 data di uscita del loro ultimo lavoro “No Line On The Horizon”.

    Dal ‘79/’80 pubblicazione del loro primo EP (Out Of Control; Stories For Boy; Boy/Girl; Another Day; Twilight) e del loro primo singolo di successo “11 O’Clock Tick Tock, al loro ultimo singolo di successo mondiale “Magnificent”, gli U2 hanno sempre dimostrato ai loro fans che le loro scelte sono sempre state mirate ha portare in giro nel mondo messaggi di pace di solidarietà e lotta a favore delle persone che hanno bisogno di aiuto, infatti durante il concerto “Bono” ha ricordato al nostro Presidente del Consiglio di rispettare gli impegni presi e “Mantenere le Promesse” fatte a proposito degli aiuti alle popolazioni più povere, “è ancora in tempo”.


    Bono Vox e compagni mi hanno regalato quasi due ore e mezzo di autentico spettacolo, con le migliori canzoni del loro vastissimo repertorio, non sono mancate i brani diventati ormai classici (Sunday Bloody Sunday; Pride; Unforgettable Fire; With Or Without You; Where The Streets Have No Name; MLK ; etc.) per poi dedicare molto spazio a brani tratti dalla loro ultima pubblicazione “No Line On The Horizon”. Il concerto inizia in modo insolito, mentre Larry Mullen, Adam Clayton, David Evans “The Edge” e Paul Hoewson “Bono Vox” salgono sul palco, vengono accompagnati dalle note di “Space Oddity” di David Bowie, per poi continuare con “Breathe”.

    Gli U2, dopo essere stati acclamati per l’immancabile bis, salutano i loro fans con “Moment of Surrender”, e danno l’appuntamento con il pubblico italiano a Torino nel 2010.

    Un gruppo di ennesi costituito da Salvatore, Annamaria e Serena Aglicoli, Fabio Fazzi e Mariangela Manuli potranno raccontare quest’indimentcabile evento musicale.

    Lascia un commento