Liberamente Enna

La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Mission impossible per Sonia Alfano, tra i rifiuti ennesi e i suggerimenti di Seneca

    Pubblicato il settembre 29th, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    La cura degli interessi pubblici affidata a quei cittadini che esercitazioni funzioni amministrative è generalmente anonima, nel senso che, parafrasando Deng Xiaoping, “non importa se un gatto è bianco o nero finché cattura i topi”. Ma non sempre è così, visto che in alcuni casi la scelta di attribuire determinate funzioni di pubblico interesse dipende da un nome e da un cognome. La nomina di Vittorio Sgarbi quale Coordinatore unico dei lavori di restauro della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina (con la preziosa collaborazione dell’Arch. Rosa Oliva) è l’esempio più plastico di come una medesima questione possa sortire evoluzioni diverse in funzione di chi è preposto alla sua cura. Verosimilmente, sarebbe stato impossibile per un altro professionista interno o esterno alla Regione riuscire a portare a compimento una complessa opera di restauro in un bene culturale come La Villa Romana del Casale in cui notoriamente s’intrecciano poteri di varia natura. Continue reading “Mission impossible per Sonia Alfano, tra i rifiuti ennesi e i suggerimenti di Seneca” »

  • Enna. Come finirà la partita a poker tra il Sindaco e l’opposizione consiliare?

    Pubblicato il settembre 27th, 2016 Max Nessun commento

    images

    da ViviEnna.it

    In attesa di conoscere la posizione della maggioranza consiliare chiamata ad esprimersi nell’adunanza prevista per domani 28 settembre, è utile ipotizzare uno scenario tutt’altro che surreale, visto che pur non mancando le colombe, i numeri per bocciare il bilancio sembrano essere dalla parte dei falchi. Parliamone con Massimo Greco.

    Si dice che nonostante la “tirata di freno” del Governatore Crocetta sulla Circolare interpretativa dell’Assessore Lantieri il Sindaco decadrà comunque a seguito dello scioglimento del Consiglio comunale… Continue reading “Enna. Come finirà la partita a poker tra il Sindaco e l’opposizione consiliare?” »

  • E’ caos sulla natura giuridica dell’Ente Autodromo di Pergusa

    Pubblicato il settembre 25th, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    Per alcune tipologie di enti, la cui collocazione giuridica (pubblica o privata) non si presenta in modo nitido e certo, è obiettivamente difficile convivere con l’esigenza di adeguare di volta in volta la propria mission alle diverse finalità che l’ordinamento presenta. E’ infatti ormai pacifico accettare la natura giuridica cangiante di un ente che può, nello stesso tempo, per alcune finalità definirsi pubblico e per altre privato. Quindi, a titolo esemplificativo, applicare le regole pubblicistiche per l’acquisizione di beni e servizi e quelle privatistiche per disciplinare il rapporto di lavoro dei propri dipendenti. Postulato di questo assunto è che bisogna pure accettare le conseguenze di una camaleontica natura giuridica. Continue reading “E’ caos sulla natura giuridica dell’Ente Autodromo di Pergusa” »

  • Stop all’uso dei permessi per l’assistenza fittizia ai portatori di handicap

    Pubblicato il settembre 24th, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    Tra le brutte abitudini del dipendente pubblico non vi è solo la più mediatica questione sottesa alla non corretta timbratura del cartellino. Vi è anche quella di utilizzare impropriamente i permessi previsti dall’art. 33 della legge 104/92 a tutela di un portatore di handicap presente in famiglia. Il diritto a fruire di tre giorni di permesso mensile retribuito coperto da contribuzione figurativa spetta al “lavoratore dipendente… che assiste persona con handicap in situazione di gravità…”; esso è riconosciuto dal legislatore in ragione dell’assistenza, la quale è causa del riconoscimento del permesso. Tale essendo la ratio del beneficio e in mancanza di specificazioni ulteriori da parte del legislatore, l’assenza dal lavoro per la fruizione del permesso deve porsi in relazione diretta con l’esigenza per il cui soddisfacimento il diritto stesso è riconosciuto, ossia l’assistenza al disabile.

    Nessun elemento testuale o logico consente di attribuire al beneficio una funzione meramente compensativa o di ristoro delle energie impiegate dal dipendente per l’assistenza prestata al disabile. La norma non consente affatto di utilizzare il permesso per esigenze diverse da quelle proprie della funzione cui la norma è preordinata. Invero, il beneficio comporta un sacrificio organizzativo per il datore di lavoro, giustificabile solo in presenza di esigenze riconosciute dal legislatore come meritevoli di superiore tutela.

    Orbene, qualora il nesso causale tra assenza dal lavoro ed assistenza al disabile manchi del tutto, come spesso si verifica atteso che molti dipendenti fanno uso di tale diritto per fare fronte ad esigenze personali, in situazioni di tempo e di luogo incompatibili con l’espletamento dell’assistenza, non può rilevarsi una fruizione del permesso coerente con la sua funzione, bensì di un uso improprio, rectius “abuso del diritto”. I permessi devono infatti essere fruiti in coerenza con la loro funzione. In difetto di tale nesso causale diretto tra assenza dal lavoro e prestazione di assistenza, devono ritenersi violati i principi di correttezza e buona fede sia nei confronti del datore di lavoro (che sopporta modifiche organizzative per esigenze di ordine generale) che dell’Ente assicurativo, tanto da giustificare sia la revoca della concessione di tali permessi che l’apertura di ineludibili procedimenti disciplinari.

    Meditate dipendenti pubblici, meditate!

  • Attenti a banalizzare il ruolo del Responsabile della prevenzione della corruzione

    Pubblicato il settembre 23rd, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    Tra le numerose incombenze di quei Dirigenti che risultano essere stati nominati Responsabili della trasparenza e della prevenzione della corruzione (RPCT) negli enti pubblici ed in quelli privati sottoposti a controllo pubblico vi è anche quella di monitorare e segnalare quei casi che richiedono la sospensione dal servizio dei dipendenti che sono stati condannati, ancorchè in presenza di sospensione condizionale della pena, per alcune tipologie di reati. Continue reading “Attenti a banalizzare il ruolo del Responsabile della prevenzione della corruzione” »

  • La “liquidità” delle Istituzioni tra Comuni occupati e Province disoccupate

    Pubblicato il settembre 21st, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    Vent’anni fa, nel fine secolo, la valorizzazione delle autonomie locali e delle rappresentazioni esponenziali del territorio sembravano essere il leit motiv di tutte le politiche pubbliche. Oggi, all’opposto, più che scandire il tempo di un equilibrio tra centro e periferia, sembra una lama che sorvola e taglia tutto ciò che sta in mezzo. Con una costante: la “liquidità” delle istituzioni quale corollario della crisi delle due facce della medaglia: società politica e società civile. Con lo sfaldamento di tutti i luoghi della rappresentanza prevale il populismo, la lotta politica s’incattivisce, appare priva di quella “mitezza” di cui parlava Norberto Bobbio, indispensabile per governare con autorevolezza, responsabilità e per coltivare grandi ambizioni. Dai piccoli Comuni alle Camere di commercio, sino alle Province, ai partiti politici, alle forze sociali con la loro crisi di rappresentanza dei lavoratori e dell’impresa, fino ad arrivare alla stessa autonomia statutaria della Regione Siciliana. Continue reading “La “liquidità” delle Istituzioni tra Comuni occupati e Province disoccupate” »

  • Comune di Enna. Le Istituzioni non possono essere piegate ad interessi di parte

    Pubblicato il settembre 16th, 2016 Max 2 commenti

    images

    di Massimo Greco

    In assenza di specifiche previsioni normative (legislative e/o regolamentari), non è affatto semplice definire il limite di quell’ostruzionismo politico tradizionalmente ammesso anche dai sistemi democratici locali. Bisogna quindi salire lungo la scala di astrazione di quei principi costituzionali sottesi all’esercizio di funzioni pubbliche. Continue reading “Comune di Enna. Le Istituzioni non possono essere piegate ad interessi di parte” »

  • Countdown per l’approvazione dei bilanci di previsione dei Comuni

    Pubblicato il settembre 14th, 2016 Max Nessun commento

    images

    da ViviEnna.it

    I Commissari ad acta nominati dalla Regione il mese scorso per accompagnare l’approvazione degli strumenti finanziari sono già all’opera in tutti quei Comuni che non hanno adottato i relativi atti entro il 30 aprile 2016. Attraverso questi procedimenti la Regione cerca di evitare l’attivazione del potere sostitutivo e, soprattutto, lo scioglimento degli organi del Comune inadempienti (Giunta e Consiglio comunale). Ma ne parliamo con Massimo Greco.

    A cosa servono questi Commissari nominati dalla Regione? Continue reading “Countdown per l’approvazione dei bilanci di previsione dei Comuni” »

  • Altro colpo per il territorio ennese. Due Magistrati saranno tagliati

    Pubblicato il settembre 13th, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    Che la classe dirigente di questo territorio sia verticalmente crollata non appare più revocabile in dubbio e non solo per la perdurante presenza del personale dipendente dell’ex Provincia regionale di Enna sui tetti di uno degli immobili una volta adibito ad uffici provinciali. Settimanali sono ormai gli eventi che irrobustiscono, ahinoi, questo triste assunto e ci dispiace molto che alcuni rappresentanti delle Istituzioni locali si siano pure offesi in occasione dell’indifferenziato accostamento alla metafora del noto aforista e psicanalista Davide Lopez sul gregge e i pastori. Alcuni, addirittura, hanno pure avuto difficoltà a trovare la giusta collocazione invertendo i tradizionali ruoli del pastore e del gregge. Noi continuiamo a confermare la tesi di fondo che vede un cronico deficit di pastori a fronte di un gregge (pecore e capre) che tende ad estendersi sempre più. Continue reading “Altro colpo per il territorio ennese. Due Magistrati saranno tagliati” »

  • Pannicelli caldi per l’ex Provincia regionale di Enna

    Pubblicato il settembre 7th, 2016 Max Nessun commento

    images3SB3T2LR

    di Massimo Greco

    Lo abbiamo detto e scritto, forse a costo di apparire ripetitivi e noiosi. Il problema che oggi avvertono sulla propria pelle alcuni liberi Consorzi Comunali e tra questi quelli più piccoli come quello di Enna, è strutturale e concerne la sostenibilità istituzionale dei nuovi enti intermedi. La Regione Sicilia è l’unica a non avere adeguato la rispettiva riforma ai principi ordinamentali e finanziari contenuti nella legge statale Delrio. Ma l’aspetto che contribuisce ad ingarbugliare la questione è la mancata impugnativa di quelle parti della riforma siciliana che certamente più delle altre configuravano palesi violazioni di principi costituzionali. Continue reading “Pannicelli caldi per l’ex Provincia regionale di Enna” »

  • Sicilia. Il Libero Consorzio comunale e il rebus della sua natura giuridica

    Pubblicato il settembre 6th, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    Stabilire la reale natura giuridica del libero Consorzio comunale che il legislatore siciliano ha voluto introdurre nell’ordinamento regionale rispolverando l’offuscato art. 15 dello Statuto è fondamentale sia per orientare la governance del nuovo ente intermedio sia per stabilire i limiti dell’esercizio delle connesse funzioni amministrative. Se infatti il libero Consorzio comunale è un ente territoriale di governo, come arditamente configurato dalla riforma, alle funzioni amministrative individuate dal legislatore si aggiungono quelle che potenzialmente possono derivare dallo status di ente a finalità generali, cioè di ente esponenziale della rispettiva comunità amministrata capace di assumere qualsiasi impegno pur di assicurare sviluppo e benessere. Se, invece, il libero Consorzio comunale, al di là della tentata investitura del legislatore regionale, è in realtà un ente non territoriale di governo, cioè un ente strumentale e funzionale dei Comuni per l’esercizio associato di funzioni amministrative riconducibili all’area vasta, le funzioni amministrative non potranno che essere solamente quelle espressamente individuate in capo al nuovo ente. In quest’ultima ipotesi, il libero Consorzio comunale non potrà assumere indifferenziati impegni per il rispettivo territorio di riferimento all’insegna di finalità generali. Continue reading “Sicilia. Il Libero Consorzio comunale e il rebus della sua natura giuridica” »

  • Sui rifiuti è scontro tra il neo Commissario Sonia Alfano e i Sindaci

    Pubblicato il settembre 3rd, 2016 Max Nessun commento

    untitled

    da ViviEnna.it

    Il neo Commissario Sonia Alfano, nominato dal Governatore Crocetta per governare il passaggio dalla liquidanda società “EnnaEuno” alla nuova società di regolamentazione rifiuti (SRR), ha puntato il dito contro i Comuni dell’ambito territoriale ennese, rei di approvare ogni anno articolazioni tariffarie della tassa sui rifiuti sganciate dal reale costo del servizio integrato assicurato dalla società “EnnaEuno”. Ogni anno infatti si genera un gap che contribuisce non poco a mandare in tilt tutto il sistema. Basti pensare che nel solo Comune di Enna il differenziale finanziario tra quanto preventivato dalla società d’ambito e quanto approvato dal Consiglio comunale è di 1 milione di euro. Ne parliamo con Massimo Greco.

    Si va allo scontro su un problema per la verità non nuovo… Continue reading “Sui rifiuti è scontro tra il neo Commissario Sonia Alfano e i Sindaci” »

  • Sicilia. I Comuni in soccorso dei Liberi Consorzi comunali

    Pubblicato il settembre 1st, 2016 Max Nessun commento

    images

    di Massimo Greco

    Le contraddizioni dell’ente intermedio in Sicilia sono tante e tali da riuscire anche a distrarre l’attenzione di coloro che si trovano a condividere il passaggio dall’ex Provincia regionale al libero Consorzio comunale di Enna. Oggi che i bilanci delle ex Provincie più piccole (Enna, Caltanissetta, Siracusa ed Agrigento) non consentono più di assicurare il pagamento degli stipendi anche al personale dipendente con contratto a tempo indeterminato, si invoca l’aiuto della Regione e, soprattutto, dello Stato, reo di avere prelevato forzosamente un contributo annuale senza tenere conto dell’esigenza costituzionale di garantire il buon andamento delle funzioni amministrative dalla legge assegnate all’ente intermedio. Continue reading “Sicilia. I Comuni in soccorso dei Liberi Consorzi comunali” »